BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ULTIME NOTIZIE/ Oggi, ultim’ora: festival di Sanremo, debutto prima serata con oltre 11 milioni di spettatori (10 febbraio 2016)

Ultime notizie di oggi, le ultim'ora del 10 febbraio 2016: Borsa, listini ancora profondo rosso. Caso Regeni, polizia egiziana brancola nel buio. Tragico incidente ferroviario in Baviera.

Le ultime notizie di oggi (InfoPhoto) Le ultime notizie di oggi (InfoPhoto)

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, MERCOLEDÌ 10 FEBBRAIO 2016 (ULTIM’ORA). FESTVAL DI SANREMO UNDICI MILIONI DI SPETTATORI - Debutto alle stelle come ha twittato felice il direttore di Rai1 Giancarlo Leone anche per questa edizione del festival di Sanremo. Secondo i dati sono stati 11 milioni e 135 mila le persone che hanno assistito ala prima serata della gara canora con uno share pari al 49,48% contro il 49,34%. Cifre sostanzialmente uguali e sempre molto, molto alte, a conferma che Sanremo è… Sanremo. Naturalmente si sa che la prima e ultima serata del festival sono quelle più seguite, per la curiosità iniziale e per sapere poi chi vince. Per quanto riguarda la serata in sé bisogna dire che non ci sono state grandi emozioni anzi. Anche il previsto scandalo per eventuali dichiarazioni dell'ospite Elton John sulle unioni gay n on c'è stato in quanto l'artista inglese ha cantato e parlato molto poco. Poche emozioni anche fra le canzoni dei big in gara mentre questa sera tocca ai giovani. CLICCA SU QUESTO LINK PER LEGGERE LA NOTIZIA APPROFONDITA

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, MERCOLEDÌ 10 FEBBRAIO 2016 (ULTIM’ORA). PRESIDENZIALI USA, SANDERS UMILIA HILLARY CLINTON - Sarebbero due i bambini morti e almeno sette quelli rimasti feriti in un incidente stradale che ha coinvolto un autobus e un'auto in Francia. L'incidente è avvenuto nella regione della Borgogna. Secondo le prime ricostruzioni l'autobus è uscito di strada, forse per via della neve abbondante in quella zona di montagna andando a scontrarsi con la vettura. Il pullman stava trasportando i ragazzi di una scolaresca in gita. CLICCA SU QUESTO LINK PER LA NOTIZIA APPROFONDITA

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, MERCOLEDÌ 10 FEBBRAIO 2016 (ULTIM’ORA). PRESIDENZIALI USA, SANDERS UMILIA HILLARY CLINTON - La corsa alla candidatura per l'elezione alla casa Bianca continua con colpi di scena e rovesciamenti di fronte. Nel secondo stato in cui si è votato, il New Hampshire, sul fronte democratico Bernie Sanders annichilisce la favorita Hillary Clinton che nello Iowa aveva vinto di strettissima misura. Il candidato cosiddetto socialista lascia la Clinton indietro di ben venti punti percentuali, uno smacco notevole. A destra invece il criticato Donald Trump si prende la rivincita dopo la sconfitta precedente e si impone su John Kasich che è la vera sorpresa di questo turno elettorale lasciando l'altro favorito Marco Rubio addirittura al quinto posto. Come si vede in questa corsa elettorale non c'è nulla di prestabilito, i candidati dovranno lottare fino all'ultimo stato per imporsi e nessuno almeno al momento può dirsi sicuro di farcela. Prossimo appuntamento è lo stato del Nevada il 20 febbraio

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, MERCOLEDÌ 10 FEBBRAIO 2016 (ULTIM’ORA). BORSE CONTINUA LA CRISI - Oltre 130 miliardi di euro bruciati, questo è il bilancio nel vecchio continente del martedì appena concluso, nel campo delle contrattazioni borsistiche. Le maggiori piazze azionarie europee hanno chiuso tutte con il segno meno, la peggiore, come ultimamente avviene in questo periodo, è stata Milano, che a fine della giornata ha chiuso con un pesante meno 3.2 %. I peggiori del listino italiano anche questa volta si sono dimostrati i bancari, comparto in cui alcuni titoli sono stati sospesi più volte per eccesso di ribasso. Anche le altre borse europee hanno chiuso in terreno negativo, con Parigi e Francoforte che hanno perso oltre un punto e mezzo per cento, e Londra che limita il ribasso a un -0.88%. Risalita per il differenziale BTP italiano e Bund tedeschi, che alla fine della giornata ha chiuso a oltre 150 punti base.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, MERCOLEDÌ 10 FEBBRAIO 2016 (ULTIM’ORA). INCIDENTE FERROVIARIO IN BAVIERA, MOLTE VITTIME - Almeno 10 vittime in uno scontro tra treni avvenuto in Baviera. Il pauroso incidente ha interessato due treni ad alta velocità che percorrevano lo stesso binario, ma in direzioni opposte. Le carcasse dei due convogli, che si sono accartocciate uno sull’altro, si sono presentati ai soccorritori come fusi assieme, e questo ha reso difficilissimo il recupero delle vittime. Le forze di polizie interessate delle indagini, non rilasciano dichiarazioni e si limitano a dire che si aspettano di chiarire la dinamica dell’incidente solo dopo l’esame delle scatole nere, e dopo l’interrogatorio dei macchinisti che nell’incidente inspiegabilmente non hanno riportato danni. Oltre 150 i feriti, 40 in gravissime condizioni, la ricerca di eventuali dispersi riprenderà domani mattina alle sette. 

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, MERCOLEDÌ 10 FEBBRAIO 2016 (ULTIM’ORA). REGENI LA POLIZIA EGIZIANA CONTINUA A BRANCOLARE NEL BUIO - L’omicidio di Giulio Regeni continua a rimanere un rebus di difficile soluzione. Gli specialisti del Ros dei carabinieri hanno consegnato una prima informativa alla procura di Roma incaricata delle indagini, da essa si evince che il giovane ricercatore friulano nel passato era stato "attenzionato" dai servizi segreti egiziani, per la sua vicinanza ad un sindacato indipendente. Da parte egiziana giunge intanto la dichiarazione del capo della Procura del Cairo, che smentisce fortemente il coinvolgimento degli apparati egiziani. Dura la replica di Felice Casson, il segretario del Copasir dichiara, infatti, di essere sicuro che le autorità egiziane abbiano proceduto all’arresto di Regeni, l’alto esponente del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica dice, infatti, di "sentirsi preso in giro" dalle smentite delle autorità egiziane, che a parer suo farebbero bene a svelare la vera dinamica dell’assassino del nostro connazionale.  

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, MERCOLEDÌ 10 FEBBRAIO 2016 (ULTIM’ORA). DECRETO SULLE UNIONI CIVILI, DOMANI TEST DEL VOTO IN PARLAMENTO - L’attesa è ormai arrivata alla fine, domani i parlamentari dovranno indicare, tramite l’istituto del voto segreto, se il decreto Cirinnà ha la possibilità di diventare legge. Il voto è molto atteso soprattutto per verificare le dinamiche parlamentari, e come queste si siano evolute alla luce delle affermazioni fatte negli ultimi giorni da Beppe Grillo, il quale ha concesso la "libertà di coscienza" al nutrito gruppo di parlamentari pentastellati. Sicuro dell’approvazione del decreto Matteo Renzi, che tramite i social avverte gli alleati, in caso di votazione negativa potrebbero incrinarsi i rapporti nell’esecutivo, ed è proprio questo il rischio che il presidente del consiglio vuole assolutamente evitare.  

© Riproduzione Riservata.