BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

COPPIA GAY/ Prete battezza gemelle avute con l’utero in affitto (oggi, 2 febbraio 2016)

Un parroco romano ha battezzato tre gemelle avute da una coppia gay tramite utero in affitto, dichiarandosi nell'omelia contrario a quanto la Chiesa indica al proposito di unioni omosessuali

Immagine di archivioImmagine di archivio

La loro storia è stata raccontata nel programma televisivo in onda su Real Time, Di fatto, famiglie. Una coppia gay romana nel 2012 cerca di avere un figlio tramite utero in affitto e donazione ovuli (da una donna italiana) ovviamente all'estero, per la precisione in Canada. Nascono ben tre gemelle che adesso la coppia ha portato a battezzare nella chiesa di San Sebastiano a Roma. Con la coppia gay anche le due mamme: Veronica, che ha donato gli ovuli, e Kelly, la canadese che ha portato in grembo le bambine. Nessun problema per il parroco, don Federico, che li ha accolti tutti in chiesa e ha fatto il battesimo. Una omelia decisamente controcorrente, come si è sentito nel programma: "L’omosessualità è un argomento che ci coglie impreparati, insicuri, indecisi. La tradizione ha sempre dichiarato che gli atti di omosessualità sono intrinsecamente disordinati, sono contrari alla legge naturale e in nessun caso possono essere approvati. Questa inclinazione disordinata costituisce per la maggior parte una prova. Io sacerdote leggo queste cose, guardo voi e penso che non le condivido". Gli stessi genitori gay si sono dichiarati stupiti da quelle parole: si è esposto più di quanto pensassimo, hanno commentato. Don Federico ha aggiunto: "Il presente che vogliamo costruire passa anche da questo momento. Non è una fede o un amore che non ha più regole, è un amore puro, sincero, un amore che non ha paura e io non voglio avere paura, la Chiesa vorrei che non avesse paura".

© Riproduzione Riservata.