BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ULTIME NOTIZIE / Oggi, ultim'ora: Loriana Dichiara, si è uccisa l'avvocatessa scomparsa a metà febbraio (oggi, 22 febbraio 2016)

Pubblicazione:lunedì 22 febbraio 2016 - Ultimo aggiornamento:lunedì 22 febbraio 2016, 12.33

Premier Matteo Renzi, infophoto Premier Matteo Renzi, infophoto

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, LUNEDI' 22 FEBBRAIO 2016 (ULTIM'ORA). LORIANA DICHIARA SI E' SUICIDATA - Loriana Dichiara, scomparsa dalla sua abitazione lo scorso 15 febbraio è stata ritrovata cadavere nella sua macchina, nel parcheggio di una casa di cura a Loreto. Secondo le prime indiscrezioni si sarebbe uccisa con un sonnifero. La donna, un avvocato, aveva 56 anni e avrebbe lasciato un biglietto in cui spiegava i motivi del tragico gesto. Sempre secondo le prime informazioni la donna da qualche tempo soffriva di crisi epilettiche e depressione e nel biglietto avrebbe scritto che non voleva più essere curata. CLICCA SU QUESTO LINK PER LEGGERE LA NOTIZIA APPROFONDITA 

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, LUNEDI' 22 FEBBRAIO 2016 (ULTIM'ORA). LA CLASSIFICA DEI FURTI D'AUTO - Ogni giorno in Italia si rubano 312 macchine, una ogni cinque minuti. Eppure nel 2015 il numero dei forti d'auto è calato: 114.121 contro i 120.495 dell'anno precedente. A essere preferite sono sempre le utilitarie, in particolare la Panda, forse perché prive di sistemi antifurto, forse perché comode da usare per rapine veloci. La Campania è sempre in testa alla classifica delle auto rubate, 23.682 all'anno, seguita dal Lazio con 18.709. La Lombardia è quarta, dopo la Puglia, con 15.093 furti e davanti alla Sicilia con 14.535. Oltre a essere in testa come regioni, la Campania vanta un altro record: la città con il maggior numero di furti d'auto è Napoli con 17.290 all'anno, circa 47 al giorno. Milano è al terzo posto dopo Roma, dunque la geografia dei furti d'auto non cambia.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, LUNEDI' 22 FEBBRAIO 2016 (ULTIM'ORA). RENZI ANDRA' AVANTI SULLE UNIONI CIVILI - Circa quattrocento i firmatari della lettera appello perché le unioni civili si approvino. A fronte di un parlamento diviso e di partiti come il Pd divisi al loro interno sul tema dell'approvazione del ddl Cirinnà, il cosiddetto "mondo della cultura, spettacolo ed editoria" firma un appello ai parlamentari. Tra i nomi che dovrebbero apparire come "noti" e culturalmente significativi spiccano quelli di Andrea Camilleri, Roberto Bolle, Daria Bignardi, Jovanotti, Tiziano Ferro, Maurizio Cattelan, Franca Sozzani, Antonio Sellerio, Eros Ramazzotti, Laura Pausini, Paolo Virzì a Massimo Recalcati. "Siamo fuori tempo massimo" si legge nella lettera: il ddl Cirinnà è solo il minimo sindacale che si può dare alle persone Lgbt dicono i firmatari. La lettera ha detto a Repubblica Sebastiano Mauri che insieme allo psichiatra Vittorio Lingiardi e all'attore Filippo Timi  l'ideatore dell'iniziativa, è nata dopo che a Sanremo i cantanti si sono esibiti con il nastro arcobaleno, segno di sostegno gay. 

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, LUNEDI' 22 FEBBRAIO 2016 (ULTIM'ORA). RENZI ANDRA' AVANTI SULLE UNIONI CIVILI - Parla Matteo Renzi sulle Unioni Civili, affermando che è pronto ad "utilizzare tutti gli strumenti normativi e regolamentari" per impedire che la legge non venga approvata nemmeno il prossimo anno. Accusa del premier al M5S di voler danneggiare il Pd, contrariamente al suo partito che invece vuole "fare il bene dell'Italia". Parole anche per Monti: "abbiamo scelto la crescita e non l'austerity, portato flessibilità per 16 mld a chi sosteneva il fiscal compact. Noi siamo la politica e non la tecnica e dobbiamo essere orgogliosi". 

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, LUNEDI' 22 FEBBRAIO 2016 (ULTIM'ORA). RENZI: NON ACCETTEREMO VERITA' ARTIFICIALE PER REGENI - Renzi parla anche di Regeni: "Non accetteremo una verità artificiale e raccogliticcia: siamo l'Italia e non accetteremo mai una verità di comodo". Gli investigatori continuano a cercare piste attendibili, verificando i dati che ha fornito la Polizia egiziana. Non ci sarà alcuna trattativa o interesse di tipo economico a compromettere la ricerca di verità di Giulio Regeni, lo scienziato ucciso al Cairo in circostanze misteriose.  

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, LUNEDI' 22 FEBBRAIO 2016 (ULTIM'ORA). SEI MORTI E DIVERSI FERITI, IL KILLER DEL MICHIGAN. Sei morti a Kalamazoo, Michigan. Fermato un uomo di 45 anni che ha fatto irruzione in diversi locali ed in un palazzo privato. Dalle indagini per ora è emerso che le vittime sono state scelte a caso e che l'uomo era mosso dall'unica volontà di uccidere. Smentita la notizia che fra le vittime ci sia anche un bambino di 8 anni ed una quattordicenne. Quest'ultima invece risulta fra i feriti gravi. Il killer è un tassista, individuato grazie ai testimoni oculari ed ai dispositivi di sorveglianza presenti nella zona. Alcuni testimoni affermano di aver visto il killer continuare il proprio lavoro nell'intervallo fra un omicidio e l'altro. 

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, LUNEDI' 22 FEBBRAIO 2016 (ULTIM'ORA). VINCE TRUMP CON IL 33%, BUSH ABBANDONA - Nuova vittoria per Trump che conquista il South Carolina con il 33% dei consensi. Bush si ritira dalla competizione. Lo scontro con il Pontefice di qualche giorno fa ha avvantaggiato Trump, andando contro le previsioni di sconfitta. Nel South Carolina infatti, i cattolici sono in minoranza. Presenti invece in maggior numero i fondamentalisti protestanti. Dopo aver ricevuto il 10% dei consensi, Bush ha deciso di lasciare i voti a Marco Rubio. 

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, LUNEDI' 22 FEBBRAIO 2016 (ULTIM'ORA). NAPOLI, IL RAGAZZO UCCISO PER L'AFFRONTO AL BOSS - Potrebbe esserci una svolta nel caso del delitto che ha coinvolto il ragazzo di 18 anni di San Giovanni a Teduccio, Napoli orientale. La Polizia per ora ipotizza che il delitto sia avvenuto perché il ragazzo importunava la donna del Boss di soli 23 anni. Quest'ultimo avrebbe agito per vendicarsi del suo "affronto". Il ragazzo, Vincenzo Amendola, era stato cercato da amici e familiari nei giorni scorsi anche a Chi l'ha visto. Dopo alcuni giorni di ricerche, la drammatica notizia. 



© Riproduzione Riservata.