BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ISABELLA NOVENTA / News, il gestore del locale: “Freddy e Manuela venuti a ballare come se niente fosse” (Oggi, 23 febbraio 2016)

Attesa per oggi la ripresa delle ricerche del cadavere di Isabella Noventa: Freddy Sorgato ha detto la verità sul luogo indicato? Dubbi degli inquirenti sulle sue proprietà.

Isabella Noventa Isabella Noventa

Freddy Sorgato e Manuela Cacco, dopo aver ucciso Isabella Noventa sarebbero andati a ballare nel loro consueto locale, al fine di crearsi un alibi. Ne sarebbero certi gli inquirenti poiché la loro presenza nella notte tra il 15 ed il 16 gennaio scorso è stata confermata presso il locale dove erano soliti andare a ballare. A Pomeriggio 5, nella puntata di oggi è stato intervistato il gestore del locale Relax dove Freddy e la Cacco si sono recati all’1:30 di notte, esattamente dopo aver ucciso ed occultato il cadavere di Isabella Noventa. “Io quella sera non ho notato Manuela perché c'era diversa gente. Ho notato però Freddy perché l'ho incrociato subito”, ha dichiarato il gestore. “Lui è arrivato e ha fatto come se niente fosse. Nulla poteva dare adito a qualcos’altro”, ha poi aggiunto. Anche Manuela Caco, al suo arrivo si sarebbe comportata come di consueto senza far scatenare alcun dubbio sul suo comportamento. “Io ho avuto modo di notarla in altre serate e l’ho sempre vista serena”, ha precisato il gestore, che ha negato di essere a conoscenza, insieme al resto del suo staff, di una relazione in corso tra Freddy e Isabella così come tra Freddy e Manuela.

Il caso Isabella Noventa torna ad animare la trasmissione di Rai 1, La vita in diretta. L’attenzione dei media e degli investigatori in queste ore è tutta concentrata su Freddy Sorgato, l’uomo chiave dell’intero giallo. Non è un caso se si cercano elementi importanti ai fini delle indagini proprio nella sua grande villa, dove oggi sono tornati i Ris. La sparizione di due camion e la presenza di un cugino dell’uomo legato alla mafia, avrebbe portato gli inquirenti a non credere più soltanto al movente della gelosia. In merito ci sarebbe il massimo riserbo da parte degli inquirenti ma, come rivelato da La vita in diretta, la scientifica si sarebbe trattenuta nella casa di Sorgato per oltre 5 ore. Gli ultimi elementi avrebbero portato ad allargare lo spettro che dietro l’omicidio di Isabella ci sia qualcosa di molto più grande. Ne sarebbe convinto anche il legale della famiglia Noventa per il quale Isabella si sarebbe legata a persone pericolose: “Ci porta a pensare che abbia avuto amicizie del tutto particolari e poco simpatiche”, ha asserito il legale, confidando nel valido lavoro degli inquirenti.

Il giallo sulla morte di Isabella Noventa potrebbe ora assumere contorni ancora più oscuri. A non convincere gli inquirenti sarebbe soprattutto l'elevata ricchezza di Freddy Sorgato, suo presunto assassino. Per tale ragione la procura avrebbe delegato ai finanzieri un controllo approfondito sui beni di proprietà dell'autotrasportatore 45enne. A riportarlo oggi è Il Gazzettino online, secondo il quale Freddy sarebbe titolare di numerosi immobili per un valore di circa due milioni di euro. Le verifiche si concentreranno anche sull'attività svolta dall'uomo presso la Maison Srl, società della quale risulta amministratore unico dal 2005 e che si occupa di locazione immobiliare di beni propri o in affitto. Già nel corso della puntata di ieri della trasmissione Pomeriggio 5, era stato messo in luce l'enorme patrimonio di Freddy, ex fidanzato di Isabella Noventa, ritenuto eccessivo rispetto al lavoro di autotrasportatore. Si era parlato a tal proposito di una eredità tuttavia esigua e che non avrebbe potuto incidere così tanto sulle sue attuali proprietà. Sempre Il Gazzettino, nel parlare dei controlli attualmente in corso, sottolinea la parentela di Freddy Sorgato con Gilberto Sorgato, suo cugino. Quest'ultimo, detto Caruso, sarebbe l'ex numero due della Mala del Brenta ed oggi è ancora in carcere ad Asti. Una settimana fa, quando ancora si cercava Isabella Noventa in vita, Il Mattino di Padova aveva sottolineato come anche nel passato di Manuela Cacco, anche lei in carcere per l'omicidio della segretaria 55enne, ci fosse un legame con la Mala del Brenta, essendo stata sposata con uno dei boss.

Non è ancora stato chiarito il movente che ha portato all'uccisione di Isabella Noventa. Il principale indiziato dell'omicidio delle 55enne, l'autotrasportatore con la passione per il ballo Freddy Sorgato, durante l'ultimo interrogatorio si è avvalso della facoltà di non rispondere ed è per questa ragione che sul tavolo delle ipotesi rimangono ancora molte possibilità. Nelle ultime ore però, come riportato da "Il Gazzettino", la via più percorribile pare essere ricollegabile ad un movente di natura economica. Gli inquirenti stanno passando sotto la lente d'ingrandimento i beni di proprietà di Freddy Sorgato. A quanto pare l'uomo possedeva un patrimonio stimabile in circa 2 milioni di euro, somma di diverse proprietà, tra cui la villa in cui viveva, un appartamento in via Vivaldi, la tabaccheria gestita dalla fiamma Manuela Cacco, un deposito e un magazzino. Le indiscrezioni, non confermate, affermano che la Noventa potrebbe avere scoperto affari loschi del Sorgato riconducibili alla società di locazione immobiliare gestita da Freddy da 11 anni a questa parte, o che avrebbe mancato di saldare un debito dopo il prestito di un ingente somma da parte dell'uomo, ipotesi questa definita infondata dall'ex marito di Isabella.

Nonostante gli sforzi prodotti dagli inquirenti e il sacrificio del sommozzatore Rosario Sanarico, morto nel Brenta durante le ricerche del corpo di Isabella Noventa, il cadavere della donna uccisa per stessa ammissione del principale indiziato Freddy Sorgato non si trova ancora. A questo proposito l'ultima novità riguarda la richiesta fatta pervenire dal legale della famiglia Noventa, Gian Mario Balduin, che nella giornata di ieri si è recato in Procura per chiedere l'ausilio dei cani molecolari e di quelli addestrati alle ricerche in acqua. A riportarlo è "Leggo", secondo cui a breve dovrebbe svolgersi un nuovo interrogatorio sia per Freddy Sorgato che per la sorella Debora e la presunta stalker di Isabella Noventa, Manuela Cacco.

Dopo alcuni giorni di pausa in seguito al tragico incidente costato la vita al sub Rosario Sanarico, le ricerche del corpo di Isabella Noventa dovrebbero riprendere questa mattina sempre da Noventa Padovana. Nella giornata di ieri si è svolto un nuovo interrogatorio a carico di Freddy Sorgato, suo presunto assassino, ma ancora una volta si sarebbe avvalso della facoltà di non rispondere senza quindi fornire dettagli importanti su dove avrebbe realmente gettato il corpo senza vita della segretaria 55enne. Le indagini sul delitto di Isabella Noventa si starebbero concentrando proprio su Freddy e sulle sue presunte bugie. Ha davvero detto la verità sul luogo indicato e dove avrebbe abbandonato il corpo dell’ex fidanzata? Nel corso della puntata di ieri di Pomeriggio 5 è stato sollevato un interessante dubbio: e se il corpo di Isabella Noventa fosse stato abbandonato a poche centinaia di metri dal punto indicato da Sorgato? E se fosse stato nascosto in un rudere poco distante di proprietà dello stesso Freddy? Qui si sa che non sono state ancora effettuate le ricerche e, come sottolineato dalla trasmissione di Canale 5, sarebbero visibili i resti di un incendio. Si tratterebbe di una zona di aperta campagna, dove sarebbe facile nascondere il corpo dI Isabella Noventa e che sarebbe semplice raggiungere dalla bellissima villa dell’uomo ora in carcere con la terribile accusa di omicidio. Proprio la sua casa potrebbe contenere informazioni importanti sul delitto, tanto da essere stata posta sotto sequestro. Le domande degli inquirenti, nelle ultime ore si sarebbero concentrate proprio sulla proprietà immobiliare di Freddy Sorgato, autotrasportatore e maestro di ballo. Come mai possedeva una villa del genere? Da qui l’avvio delle indagini patrimoniali sul suo conto, per capire da dove provenisse tale ricchezza, sebbene si apprende che sia giunta una eredità di poco conto in suo favore. Pomeriggio 5 ha anche intervistato il capo questore che in merito alle operazioni di ricerca del corpo di Isabella Noveta ha sottolineato: “Le ricerche continueranno, dobbiamo focalizzare meglio l'obiettivo. E’ possibile che sia li ma non possiamo escludere altre ipotesi. Questo evento drammatico che ha riguardato il nostro ispettore (Rosario Sanarico, ndR) potrebbe aver influito anche sul cadavere di Isabella Noventa, che potrebbe essere stato spostato dalle correnti”.

© Riproduzione Riservata.