BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INFLUENZA 2016/ Virus Zika: trasmesso anche per via sessuale, l'allarme dagli Usa (oggi, 24 febbraio 2016)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Influenza 2016 e virus Zika  Influenza 2016 e virus Zika

INFLUENZA 2016. VIRUS ZIKA: GLI USA LANCIANO L'ALLARME SULLA TRASMISSIONE ANCHE PER VIA SESSUALE (OGGI, 24 FEBBRAIO 2016) - Continua a preoccupare anche nel nostro paese la diffusione del contagio del virus Zika. Arriva ora un allarme dalle autorità sanitarie degli Stati Uniti: secondo quanto riportato da La Stampa sono stati "riscontrati 14 casi di trasmissione del virus per via sessuale". Finora si era pensato che il virus Zika fosse trasmesso solo attraverso le zanzare e che il contagio sessuale fosse rarissimo. Adesso invece sembrano aumentare i casi di trasmissione sessuale del virus. Gli esperti del Centers for Desease Control and Prevention (Cdc), la massima autorità sanitaria americana, ammettono di essere "sorpresi da questi numeri, maggiori rispetto ad ogni previsione": sono sospettati di aver contratto il virus sessualmente 14 pazienti che rappresenterebbero oltre il 10% dei casi di Zika finora accertati negli Stati Uniti, circa 90.

INFLUENZA 2016. ZIKA: L’ECDC AVVERTE, PRESTO POTREBBE DIFFONDERSI ANCHE IN EUROPA (OGGI, 24 FEBBRAIO 2016) - Se nell’Europa continentale i casi segnalati di contagio da virus Zika sono più di cento, è bene ricordare che nessuno di questi deriva da infezioni contratte sul nostro territorio. Finora infatti questi casi sono dovuti a viaggi in zone in cui il virus è largamente diffuso, tanto che sono diversi i governi che hanno stilato linee guida per le donne incinte, dove sostanzialmente si consiglia di evitare il viaggio nei paesi a rischio. Pur non essendo ancora provato il legame fra le malformazioni neonatali e il suddetto virus, generalmente diffuso dalle zanzare Aedes aegypti, l’Ecdc (European Centre for Disease Prevention and Control) raccomanda estrema prudenza per le donne in gravidanza, e induce a considerare la possibile proliferazione del virus anche dalle nostre parti. L'ente ricorda infatti che i principali possibili veicoli del contagio sono due, le zanzare della specie Aedes aegypti, tipologia che in Europa non è presente, e le zanzare Aedes albopictus, che con i primi caldi cominceranno a circolare anche da noi. A questo proposito l'Ecdc raccomanda estrema collaborazione della popolazione, con la segnalazione di ogni caso di Zika alle autorità mediche, che consentiranno di monitorare al meglio la situazione.



© Riproduzione Riservata.