BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ILARIA BOEMI / News: interrogatorio di garanzia per i due uomini arrestati, le loro reazioni (Oggi, 25 febbraio 2016)

Pubblicazione:giovedì 25 febbraio 2016

Ilaria Boemi Ilaria Boemi

ILARIA BOEMI, OGGI GLI INTERROGATORI DI GARANZIA AI DUE UOMINI: TRISCARI NEGA ACCUSE DI ABUSO, RESTUCCIA FA SCENA MUTA (OGGI, 25 FEBBRAIO 2016) - Una brutta storia sulla quale si sta cercando di far chiarezza è quella relativa alla morte di Ilaria Boemi, la 16enne che lo scorso agosto a Messina ha perso la vita in seguito all'assunzione di droghe sintetiche. La giovane si poteva salvare? L'ultima importante svolta è giunta nei giorni scorsi, in seguito all'arresto di due uomini in qualche modo coinvolti con la morte di Ilaria Boemi. Si tratta di Pietro Triscari e Giuseppe Restuccia, ovvero coloro che avrebbero venduto la droga alla ragazzina. Il primo, inoltre, sarebbe accusato anche di abusi sessuali sulle amiche di Ilaria. Come rivelato dal quotidiano TempoStretto.it, nel corso dell'interrogatorio di garanzia che ha visto protagonisti i due uomini nella mattinata odierna, Pietro Triscari avrebbe negato con forza di aver approfittato delle amiche della sedicenne morta sulla spiaggia del Ringo a Messina. Il 39enne avrebbe ammesso di aver fumato in alcune occasioni insieme alle ragazzine, respingendo però le accuse di abuso ai loro danni. Giuseppe Restuccia, diversamente, si è avvalso della facoltà di non rispondere in presenza del gip, in merito alle accuse di spaccio. Secondo l'accusa, l'uomo avrebbe ceduto la droga a Ilaria Boemi la sera della sua morte. Della vicenda se ne è parlato oggi in apertura della trasmissione La vita in diretta, nel corso della quale sono state trasmesse le interviste ai genitori della povera Ilaria Boemi: "Era ancora una bambina", ha commentato la madre. "Era una ragazza abbastanza sveglia che si faceva tante domanda ma a 16 anni è anche normale", ha aggiunto. Ora i due potrebbero rischiare pene severe, come anticipato da un avvocato ospite nello studio del programma di Rai 1.



© Riproduzione Riservata.