BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

LITE PER UNA SIGARETTA/ Torino, fumatore ucciso a botte in testa (Oggi, 25 febbraio 2016)

Lite per una sigaretta, ucciso a botte un pensionato in un bar a Torino: l'aggressore non voleva che l'uomo fumasse nel locale e dopo una lite lo ha colpito mortalmente alla testa

Immagini di repertorio (Infophoto)Immagini di repertorio (Infophoto)

Una lite scoppiata per una sigaretta accesa e un morto. E' accaduto a Torino ieri al Bar del Fortino: secondo quanto riportato da La Repubblica un 69enne, Raffaele Carretta, ex brigadiere dei carabinieri in pensione, è stato ucciso da Vito Salvatore Di Dia, di 62 anni. Il motivo? Carretta aveva acceso una sigaretta in una zona del locale dove sedevano alcuni giocatori di carte: l'uomo è stato invitato a uscire affinché il fumo non desse fastidio agli altri clienti del locale ma poi è tornato dentro il bar e da lì è nato un diverbio. I due sono poi venutin alle mani e Di Dia ha colpito Carretta con pugni alla testa tanto che l'uomo è caduto per terra privo di sensi. I medici dell'ambulanza che ha soccorso il pensionato hanno constatato che Carretta era ormai morto. Di Dia è stato fermato in serata. 

© Riproduzione Riservata.