BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAOLO RINDI / News: riprendono le ricerche in Valgrande, sfumata la pista di Facebook (Oggi, 25 febbraio 2016)

Paolo Rindi, il giovane studente varesino scomparso da quasi un mese sembra essere sparito nel nulla: riprendono le ricerche mentre si spegne la speranza legata a Facebook.

Paolo Rindi Paolo Rindi

Il giallo di Paolo Rindi, lo studente ventenne scomparso nel nulla dal Parco della Valgrande all'inizio di febbraio, continua a non dare risposte alla famiglia del giovane. L'ultima speranza legata a Facebook sembra essere svanita proprio nei giorni scorsi. Lo scorso 9 febbraio, dopo circa una settimana dalla sua scomparsa, qualcuno aveva effettuato l'accesso al suo account Facebook leggendo un messaggio inviatogli da un'amica. La stessa si era accorta della spunta di avvenuta lettura e l'evento aveva riacceso le speranze negli amici e nella famiglia di Paolo Rindi. In realtà, gli investigatori hanno svelato come ad effettuare - seppur involontariamente - l'accesso al social sia stata la stessa famiglia del ragazzo varesino tramite un tablet sul quale era memorizzata la password di Paolo. La speranza che dietro la scomparsa dello studente ci sia un allontanamento volontario, continua a restare in piedi grazie agli avvistamenti avvenuti negli ultimi giorni a Milano. E' MilanoToday a specificare come gli avvistamenti siano avvenuti nello specifico presso la stazione Cadorna e poi a Rozzano. In quest'ultimo caso, il testimone avrebbe scambiato poche parole con il ragazzo molto somigliante a Paolo Rindi, il quale sarebbe apparso confuso e smarrito ed avrebbe chiesto dove si trovasse e come avrebbe potuto raggiungere Milano. La famiglia del ragazzo scomparso aveva manifestato l'intenzione di chiedere che venissero riprese le ricerche di Paolo e proprio nelle ultime ore, come svelato da VareseNews, l’Unità di Soccorso Tecnico di Varese avrebbe annunciato il loro aiuto nelle ricerche di Rindi, concentrandosi in particolare nel luogo della sua scomparsa. A tal fine, con un comunicato sarebbe stato chiesto il coinvolgimento di altri volontari disposti a setacciare la zona.

© Riproduzione Riservata.