BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SANT’AUGUSTO/ Santo del giorno, il 29 febbraio si celebra sant’Augusto

Sant'Augusto è il santo che viene celebrato nella giornata di oggi, lunedì 29 febbraio dalla chiesa cattolica. Nasce il 6 gennaio del 1814 da una famiglia di contadini. La sua storia

(InfoPhoto) (InfoPhoto)

Sant'Augusto Chapdelaine si festeggia, normalmente, il 28 febbraio mentre, negli anni bisestili, il 29 febbraio. Questo santo nacque a La Rochelle (Francia), il 6 gennaio del 1814 da una famiglia di contadini e nei suoi anni giovanili si dedicò all'azienda di famiglia, fino a quando, in seguito alla morte di alcuni cari parenti e alla riduzioni dei terreni subita dalla famiglia si decise ad entrare in seminario. Fu ordinato sacerdote nel 1843 e fu prima vicario e poi parroco del villaggio di Boucey. Nel 1852 fu inviato alla missione cinese del Kuang-Si ma, al confine cinese si fermò a Ta-Chan per imparare la lingua e conoscere usanze e tradizioni locali. Nel 1855 entrò nel Kuang-Si dove iniziò subito la sua missione facendo apostolato e convertendo, in breve, al cristianesimo circa 200 persone. Erano quelli anni difficili in una Cina chiusa e tradizionalista, che si sentiva circondata dal mondo moderno dove le distanze andavano rapidamente riducendosi, presa tra fazioni in perenne scontro tra loro come i "Boxer", i bonzi, mandarini e imperatori sanguinari, tra rivalità e invidie mai sopite. In questa situazione, l'evangelizzazione del celeste impero avvenna tra momenti di grande difficoltà e contrasti, alternati ad altri si maggiore distensione. Il successo dell'opera di diSant'Augusto di Chapdelaine provocò l'invidia di un funzionario locale che denunciò il prelato al mandarino di Sy-Lin-Hien, notoriamente ostile ai cristiani, accusandolo di sobillare il popolo alla rivolta e di sobillare disordini. Nel febbraio del 1856, padre Chapdelaine fu arrestato e punito insieme a 20 altri cristiani bastonandoli a colpi di canna di bambù. Il giorno dopo il missionario fu interrogato, accusato e condannato a ricevere centinaia di colpi di bambù che lo riempirono di ferite e piaghe. Per altri tre giorni il missionario fu tenuto esposto costretto in una scomoda posizione con catene di ferro e infine condannato a morte con il collo inserito dentro un foro e il corpo sospeso nel vuoto. In pratica fu una specie di impiccagione. Nel 1900 Sant'Augusto Chapdelaine fu beatificato da Leone XIII e fu proclamato santo nel 2000, da Giovanni Paolo II. 

Essendo morto nella lontana Cina e proclamato santo solo in anni relativamente recenti questo martire della chiesa cristiana è considerato il protettore delle opere missionarie ma non è ancora abbastanza popolare da avere un così largo seguito da essere patrono di qualche città o paese o di avere feste e sagre a lui intitolate. 

Il 29 febbraio vengono anche celebrati Sant'Ilario Papa, l'arcivescovo di York e Worcester Sant'Oswald e la Beata Antonia da Firenze. Come per sant'Augusto Chapdelaine, anche per questi santi la festività si sposta, negli anni non bisestili, al 28 febbraio.

© Riproduzione Riservata.