BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

Yam Kim Fai / Il Doodle di Google per il 103° anniversario dell'attrice con la voce femminile più bassa dell'Opera Cantonese (oggi, 4 febbraio 2016)

Yam Kim Fai, 4 febbraio 2016, il 103esimo anniversario dell'attrice con la voce femminile più bassa dell'Opera Cantonese. La vita e della sua carriera ed il Doodle di Google. 

Yam Kim Fai Yam Kim Fai

103 note accese e vibranti per Yam Kim Fai, nota anche come Ren Jianhui, rinomata attrice dell'Opera Cantonese sia in Cina che ad Hong Kong. Nata il 4 febbraio 1913, Yam si distingue immediatamente per la sua dote naturale di cantare nei registri più bassi. In questo modo la sua voce non era distinguibile da quella di un uomo e le ha permesso di giocare in ruoli operistici sia femminili che maschili, anche se era in questi ultimi che era più facile poterla vedere. A questa sua strabiliante particolarità, si aggiunge il fatto che Yam inizia a cantare quando aveva solo 14 anni, grazia alla zia. La donna era infatti a sua volta un'attrice d'Opera Cantonese ed è stata lei a formare Yam, facendola muore sui primi spartiti. In seguito, Yam approfondisce i suoi studi con Wong Lui Hap, noto per essere la versione femminile di Ma Sze Tsang, uno dei più famosi cantanti d'opera di quegli anni. Nel 1939, Yam si unisce ad una troupe tutta al femminile dove vi rimane per dieci anni, vivendo a Macao, mentre il Giappone si trova al centro della seconda guerra sino-giapponese. La carriera di Yam è spettacolare come la sua voce. Partecipa a diverse produzioni teatrali dove spesso interpreta il ruolo maschile, attorniata da altre attrici che impersonano, nella maggior parte dei casi, le sue amanti. Forma in seguito una sua personale compagnia operistica chiamata Nuova Voce Opera Troupe, raccogliendo numerose attrici. Il suo talento ha un così grande riscontro che Yam approda presto in televisione dove due delle sue opere vengono trasformate in film, fra cui troviamo La leggenda del tornante viola. La sua ultima esibizione avviene nel 1972 quando canta nella scena finale per un evento Telethon indetto per le vittime della frana avvenuta il 18 giugno. Trascorre gli ultimi anni della sua vita in Canada, ma muore nella sua cassa di Hong Kong nel 1989. 

Il Doodle di Google racchiude al meglio l'ambiguità su cui giocava Yam nelle sue interpretazioni. Ammirata da tutti gli amanti del teatro cinese, Yam è riuscita a distinguersi fra migliaia di artisti comparsi nella Cina meridionale di quel tempo, riuscendo a diventare l'attrice d'Opera Cantonese più amata di tutto il Paese. Per il suo Doodle, Google ha voluto affidare il disegno all'artista Sophie Diao che ha espresso in pochi semplici tratti, tutto ciò che ha appreso durante la sua esperienza, maturata guardando l'Opera cinese. Per comprendere meglio quale fosse l'ambivalenza della voce di Yam, è possibile ascoltare in questo link un estratto di una delle sue interpretazioni più celebri. 

© Riproduzione Riservata.