BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SAN COSTANTINO RE/ Santo del giorno, l’11 marzo si celebra san Costantino re

San Costantino re è il santo che viene celebrato oggi, venerdì 11 marzo, dalla chiesa cattolica. Visse intorno al VI secolo e fu un re un pò scellerato, ma che si convertì al cristianesimo

(InfoPhoto)(InfoPhoto)

L'11 marzo è il giorno dedicato a San Costantino re, che è un personaggio del tutto diverso dal primo imperatore consacrato dalla Chiesa romana. Questa figura ha vissuto intorno al VI secolo e probabilmente fa riferimento al sovrano della regione che oggi è l'attuale Cornovaglia. Le notizie in merito al consacrato sono molto confuse e si sovrappongono con altri santi con lo stesso nome, da cui sono nate storie e leggende. L'ipotesi più accredita è che san Costantino fosse un re scellerato, un assassino, un sovrano senza regole, che ripudiò la moglie soltanto per ottenere la libertà di commettere adulterio senza problemi. La sua vita, però, cambiò totalmente quando si convertì al cristianesimo. Secondo la leggenda questa trasformazione avvenne durante una battuta di caccia e nella ricerca di un cervo si ritrovò nella grotta dove si rifugiava San Petroc. La forte fede del consacrato colpì il re, che ebbe come un colpo di fulmine e immediatamente decise di intraprendere un nuovo cammino. Lasciò la corona, abdicò in favore del figlio e visse in un monastero irlandese per molti anni dove studiò le sacre scritture e fu consacrato sacerdote. Discepolo di San Columba e San Kentingerm fu inviato nel villaggio dei Pitti, una popolazione indigena, ad evangelizzare le genti, grazie alla sua presenza e ai suoi insegnamenti si vennero a creare le basi per la nascita della Scotia, la futura Scozia, ma proprio in questi luoghi san Costantino trovò la morte. Infatti, fu ucciso da dei pagani e le sue spoglie raccolte dai suoi discepoli, furono protette e venerate a Govan, dove c'è una Chiesa in onore del martire. Questo santo è un esempio per la Chiesa molto importante, un testimone di grande rilievo per dimostrate come il Vangelo possa essere potente e capace di cambiare la vita delle persone, di come possa entrare in qualsiasi cuore e trasformarlo guidato dalla luce della parola. 

In Italia non ci sono feste o sagre dedicate a Costantino re, a discapito di altri consacrati con lo stesso nome, ma di origini diverse e vissuti in altre epoche. Infatti, questo è dimostrato dal fatto che sono molte le persone che si chiamano come il santo, che ha un significato molto particolare, si riferisce a un uomo dal carattere tenace e fermo. Il culto e le celebrazioni dedicate al religioso, invece, sono ancora molto vive nelle diocesi scozzese di Argyll, inoltre due cittadine in Cornovaglia, una vicino al fiume Helford e l'altra nei pressi di Padstow, portano il nome del consacrato e ancora oggi la vecchia chiesa parrocchiale di Govan contiene le spoglie in un sarcofago pluridecorato. 

Tra gli altri santi e beati che si festeggiano l'11 marzo ci sono San Benedetto di Milano, San Sofronio di Gerusalemme, Beato Giovanni Righi da Fabriano, Santa Rosina di Wenglingen e Sant'Eulogio di Cordoba.

© Riproduzione Riservata.