BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PARTORITO NEL FANGO/ Basterà una bella foto per metterci a posto la coscienza?

Foto da Repubblica.it Foto da Repubblica.it

Aylan è stato dimenticato così come lo sono i profughi, tra una partita di calcio e un reality show alla tv e leader europei mai così nemici fra loro come non succedeva dal crollo del Muro di Berlino. I muri non crollano mai, i bambini invece continuano a nascere. 

Pubblicando queste foto buoniste, l'ipocrisia del mondo occidentale sta toccando vertici mai visti prima nella storia del mondo.

Ma la vita ha vinto sul fango così come la vita del figlio di Maria e Giuseppe vinse su una stalla o grotta che fosse, "al freddo e al gelo". Probabilmente c'erano anche pozzanghere intorno, e una fiaschetta d'acqua per lavare Gesù Bambino. Dio si incarna oggi in un neonato musulmano, così come non ha mai smesso di fare da sempre. Cosa significhi veramente, nessuno fotografo, nessun giornalista, nessun leader europeo sa dirlo. 

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
14/03/2016 - Finalmente (Giuseppe Crippa)

Mi fa piacere leggere per la prima volta su Il Sussidiario l’espressione “buonismo isterico” anche se la motivazione (la mancanza di seri piani di accoglienza) resta discutibile: i piani che mancano sono i piani di pace, in Siria innanzi tutto, ed i piani di cooperazione economica nei paesi con economie troppo fragili.