BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

GIORGIA MELONI INCINTA & SINDACO/ Perché le donne prendono il peggio degli uomini?

Giorgia Meloni e Guido Crosetto (Infophoto) Giorgia Meloni e Guido Crosetto (Infophoto)

Posso far finta che sia un accidente che non m'impegna? Posso non rendermi conto che le forze, anche fisiche, devono fare i conti col limite, fisico, psicologico, e che questa non è una limitazione, ma un'occasione? Giorgia Meloni è una tipa in gamba, ha osato sporcarsi le mani, farsi da sola, fare scelte non di comodo e salvarsi da alleati prepotenti e adulanti. Finora. 

Si è lasciata convincere ad una candidatura perdente per far fuori il padre-padrone? Per rivendicare una storia e una zona di controllo, come fa comodo agli scherani che le fanno da guardaspalle? Per posizionarsi su forme di destra vincenti in Europa che ricordano troppo il passato da cui lei stessa proviene, e che mai avremmo voluto rivedere in Italia? E' usata, o si lascia usare? Sbaglia. Sbagliano, consapevolmente, maliziosamente, corrosi dall'ideologia, quelli che esaltano la sua discesa in campo per scompaginare il nemico, romperne le fila, pregustare una facile vittoria. Fingendo di preoccuparsi di lei, della sua libertà di donna moderna. Le attestazioni di stima nei suoi confronti puzzano troppo. Sia da parte di chi la voleva buona e zitta a cucire bavaglini, per togliersela di torno, sia chi la vuol vedere in piazze e mercati, per sfinirla. Che una donna in gamba possa cascarci così, farsi fagocitare dal politically correct uniformante, che non tiene conto del mio io e del mio desiderio, è triste.

E un'altra cosa, Giorgia: "nessun uomo può dirmi quel che devo fare". Ti auguro di trovare un compagno di strada cui tu stessa chieda spesso, e con gioia, di aiutarti a decidere, a capire quel che è meglio per te. Che lo faccia con amore, guardandoti in faccia come donna, moglie, amica, madre, non come segretario di partito.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
17/03/2016 - E se prendessimo il meglio dagli uomini? (claudia mazzola)

I cittadini romani, soprattutto gli uomini, al momento di fare la croce sulla scheda elettorale, saranno così bravi da permetterle di fare la mamma a tempo pieno!