BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ULTIME NOTIZIE/ Oggi, ultim’ora: procreazione assistita, la legge 40 sottoposta a nuovo esame della Consulta sugli embrioni malati (17 marzo 2016)

Pubblicazione:giovedì 17 marzo 2016 - Ultimo aggiornamento:giovedì 17 marzo 2016, 17.10

Le ultime notizie di oggi (InfoPhoto) Le ultime notizie di oggi (InfoPhoto)

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, GIOVEDÌ 17 MARZO 2016 (ULTIM’ORA). FECONDAZIONE ASSISTITA, LEGGE 40 ALL'ESAME DELLA CONSULTA - Una coppia di Firenze, che ha provato più volte cicli di procreazione medica assistita ottenendo però sempre esito negativo e produzione di embrioni malati, si è rivolta al tribunale di Firenze il quale a sua volta ha sottoposto la questione alla Corte costituzionale. Cuore della richiesta è la possibilità di impiegare embrioni malati per la ricerca scientifica, cosa che è vietata dall'articolo 13 della legge 40. Per l'ennesima volta dunque la legge che regola la procreazione assistita viene sottoposta al giudizio della Consulta che in passato le ha sempre dato torto. 

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, GIOVEDÌ 17 MARZO 2016 (ULTIM’ORA). MILANO, SI GETTA DALLA FINESTRA DI RESIDENZA PER UNIVERSITARI - Denis Verdini, ex senatore di Forza Italia, è stato condannato a due anni di carcere con sospensione della pena nel processo relativo alle accuse di corruzione per l'appalto della Scuola Marescialli di Firenze. Secondo gli avvocati difensori del politico, le tesi dell'accusa non hanno trovato alcun sostegno del corso del processo e il reato è destinato alla prescrizione entro l'estate. Quindi, lamentano, la difesa nel corso del processo di appello avrà dei limiti consistenti. In realtà la posizione di Verdini risultava stralciata.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, GIOVEDÌ 17 MARZO 2016 (ULTIM’ORA). MILANO, SI GETTA DALLA FINESTRA DI RESIDENZA PER UNIVERSITARI - Un corpo senza vita nel cortile della residenza per studenti universitari che si trova a Città Studi a Milano, precisamente in via Gustavo Modena. A trovarlo il culto dell'edificio. Secondo le prime ricostruzioni si sarebbe gettato da una finestra dell'edificio, al momento non è dato sapere se si tratti di uno degli studenti che risiedono nella residenza. Secondo gli ultimissimi accertamenti si tratterebbe di una persona di 30 anni, probabilmente residente nell'istituto e la sua morte risalirebbe ad almeno 48 ore fa. 

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, GIOVEDÌ 17 MARZO 2016 (ULTIM’ORA). ANKARA, LA GERMANIA CHIUDE L'AMBASCIATA, PAURA DI ATTENTATI - La Germania ha chiuso la sua ambasciata ad Ankara per una allarme terroristico che potrebbe essere imminente. Sono state chiuse anche le scuole tedesche che si trovano nella capitale della Turchia, avvertendo tutti i cittadini di nazionalità tedesca di tenersi al lontano da queste zone, le scuole, l'ambasciata e i consolati. Secondo fonti di Berlino, la minaccia di attentato sarebbe molto seria.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, GIOVEDÌ 17 MARZO 2016 (ULTIM’ORA). BRASILE: LULA NOMINATO MINISTRO - Proteste per le strade del Brasile alla notizia che l'ex presidente Lula, incriminato e indagato per un presunto scandalo di favoritismi ad aziende private durante il suo mandato, è stato nominato ministro coordinatore dei rapporti con i partiti alleati. La nomina fatta dall'attuale presidente Rousseff, appare come un escamotage per impedire il suo arresto. E i brasiliani arrabbiati sono scesi per le strade manifestando con veemenza, tentando anche di invadere la rampa di accesso al palazzo della presidenza. La polizia è intervenuta con lacrimogeni e manganelli. Un Brasile spaccato in due dalle decisioni autoritarie di un ex presidente e un altro in carica.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, GIOVEDÌ 17 MARZO 2016 (ULTIM’ORA). PARIGI: QUATTRO ARRESTATI ALL'ALBA - Dopo la caccia all'uomo andata in scena ieri in Belgio per la sparatoria dei due terroristi, stamattina all'alba a Parigi sono stati arrestati 4 sospettati. Il quartetto, composto da due fratelli francesi di origine turca, un francese islamico radicale di 28 anni e la sua compagna, sarebbero accusati di voler preparare un imminente attacco di natura terroristica alla capitale. In particolare il 28 enne era già stato accusato nel 2014 di volersi unire alla jihad, e arrestato poco prima della sua partenza per la Siria, nonché condannato a 5 anni di prigione poi commutati in arresti domiciliari. Il presidente francese dichiara che l'allerta terrorismo è ancora elevatissimo e la minaccia più che concreta.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, GIOVEDÌ 17 MARZO 2016 (ULTIM’ORA). ASSENTEISMO: NUOVI FURBETTI ALL'ASL DI AVELLINO - Da nord a sud non si arrestano le polemiche al nuovo male della nostra moderna società: l'assenteismo dal posto di lavoro. In questo ultimo anno, infatti, si sono intensificati i controlli nelle ASL e negli uffici comunali di moltissime città al fine di individuare tutti coloro che, certi di non essere scoperti e tranquilli all'idea di avere un posto fisso, hanno preso l'abitudine di timbrare il proprio cartellino e non presentarsi a lavoro. Nell'occhio del ciclone, oggi, sono finiti circa 21 dipendenti dell'Asl di Avellino, incaricati di funzioni amministrative ma anche mediche e paramediche. Sotto inchiesta, quindi, non solo semplici dipendenti ma anche medici ed infermieri. Le telecamere nascoste hanno potuto filmare alcuni dei dipendenti che diverse volte preferivano timbrare il proprio cartellino ma allontanarsi dal proprio posto di lavoro per sbrigare le più svariate faccende. Questo assenteismo, purtroppo, si prolungata per diverse ore. Ulteriori indagini hanno dimostrato come l' assenza dei dipendenti finiti nell'occhio del ciclone fosse del tutto ingiustificata e, spesso, a dimostrazione di un'assenza che poteva durare anche ore, si allontanava a bordo delle loro automobili. Le telecamere hanno dimostrato come, spesso, questo comportamento anomalo fosse favorito anche da altri colleghi complici, che strisciavano il cartellino al posto dei colleghi assenteisti, che neppure si recavano a lavoro.  Dai filmati delle telecamere sono stati incastrati un medico, colto a strisciare il cartellino ed allontanarsi verso l'uscita. Il medico assenteista si accorge solo in un secondo momento della presenza della telecamera: saluta e compie un gesto di cattivo gusto. Una guardia giurata assunta per la vigilanza interna, invece, viene filmato nel tentativo di rimuovere con un cacciavite le telecamere nascoste. La polizia di Stato di Avellino ha predisposto 21 provvedimenti cautelari di sospensione dal servizio. L'accusa che grava sui 21 dipendenti è il reato di truffa.  

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, GIOVEDÌ 17 MARZO 2016 (ULTIM’ORA). CASO YARA: BOSSETTI NEGA ANCORA - Portato davanti ai Giudici della Corte d'Assise di Bergamo, Massimo Bossetti torna a negare di essere il proprietario del furgone ripreso dalle telecamere di sicurezza delle aziende che si trova in prossimità della palestra frequentata da Yara Gambirasio. Questo, del resto, sembra essere anche confermato dalle numerose differenze già denunciate tra il suo furgone e quello ripreso dalle telecamere.   Intanto la difesa di Bossetti presenta anche un album di figurine, appunto quello che Bossetti ha dichiarato di fermarsi spesso ad acquistare per i figli, nell'edicola vicino alla palestra frequentata da Yara.    

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, GIOVEDÌ 17 MARZO 2016 (ULTIM’ORA). PALERMO: 62 ARRESTI RICONDUCIBILI A COSA NOSTRA - Proprio nel periodo in cui si suppone che la Mafia palermitana si stia riorganizzando, i carabinieri del Ros e del Gruppo Monreale, forti della collaborazione con la Dda del capoluogo siciliano, questa mattina a Palermo hanno arrestato circa 62 persone, appartenenti a due importanti clan mafiosi. Su di loro grava l'accusa di associazione mafiosa, danneggiamento, ricettazione, estorsione, favoreggiamento ed altri reati aggravati dal metodo mafioso.  In giornata le forze dell'ordine coinvolte nell'operazione hanno anche provveduto a sequestrare preventivamente diverse attività commerciali, imprese e beni immobili che, si suppone, siano stati ottenuti in modo del tutto illecito. L'operazioni è stata condotta dal Procuratore capo Francesco Lo Voi.



© Riproduzione Riservata.