BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SANTA LEA/ Santo del giorno, il 22 marzo si celebra santa Lea

Santa Lea è la santa che viene celebrata nella giornata di oggi, martedì 22 marzo, dalla chiesa cattolica. Fu una nobildonna vissuta nel IV secolo D.C., donna rimasta vedova in giovane età

(InfoPhoto)(InfoPhoto)

Il giorno 22 marzo si festeggia la memoria di Santa Lea, una nobildonna vissuta nel IV secolo D.C., le cui notizie derivano principalmente dagli scritti di San Girolamo. In questo periodo i cristiani avevano, per così dire, una fede flebile spesso condizionata da vari e numerosi altri fattori che spesso li allontanavano dalla stessa e dal portare testimonianza della fede. Santa Lea invece rappresenta una di quelle testimonianze forti, sincere e perseveranti di cristianità, una donna rimasta vedova in giovane età. Santa Lea era stata promessa in sposa ad un uomo potente; ma non volendo accettare tale destino, entrò a far parte della comunità di Marcella sull'Aventino, una donna che aveva costituito una comunità dove si svolgeva una vita semplice, casta e dedicata allo studio delle Sacre Scritture e della preghiera. San Girolamo nelle sue scritture la definisce una donna umile che, dopo aver conosciuto la vita agiata, si mise a totale servizio del prossimo. La stima di Marcella nei suoi confronti, divenne talmente elevata da affidarle il compito di formare le giovani conventuali per formarle nella pratica della carità silenziosa e nella preghiera. Fù un fulgido esempio per tutte le conventuali, non solo nella parola, ma soprattutto nei comportamenti e nelle azioni, tutte volte verso l'aiuto al prossimo e in modo particolare ai poveri, il vero pensiero centrale di questa santa donna. Della sua vita non si hanno tantissime notizie, proprio a causa del suo agire nel silenzio; di lei si racconta che non amava le ricompense e che tutti i suoi gesti caritatevoli spesso non venivano messi a conoscenza di nessuno, a dimostrazione di un'umiltà infinita che, inevitabilmente l'ha consegnata alla santità. San Girolamo inoltre, descrive santa Lea come una donna che, nonostante la sua nobile estrazione, soleva mangiare e vestirsi come i poveri, come se quel mondo, sfarzoso e agiato non gli fosse mai realmente appartenuto. Santa Lea morì nel 384 ad Ostia dove si era ritirata, dopo essersi consacrata totalmente a nostro Signore Gesù Cristo. 

Santa Lea è la protettrice delle vedove, mentre l'onomastico di coloro che hanno questo nome si festeggia il 12 marzo e il 5 maggio. A questa nobile donna non sono state attribuite sagre e feste e non risulta essere patrona di nessuna città. A Roma e Ostia, dove giace il suo corpo, è più conosciuta rispetto ad altre zone dell'Italia e del mondo. Il suo nome di battesimo non è molto utilizzato e diffuso nel nostro paese.