BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Ultime notizie/ Oggi, ultim’ora: investiti 4 ciclisti sulla via Aurelia (26 marzo 2016)

Pubblicazione:sabato 26 marzo 2016 - Ultimo aggiornamento:sabato 26 marzo 2016, 14.54

Le ultime notizie di oggi (InfoPhoto) Le ultime notizie di oggi (InfoPhoto)

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, SABATO 26 MARZO 2016 (ULTIM’ORA). INVESTITI QUATTRO CICLISTI SULLA VIA AURELIA Oggi sulla via Aurelia, in località Castel di Guido, un gruppo di quattro ciclisti è stato travolto da un fuoristrada. Alla guida c’era una donna, che non si è fermata a prestare soccorso. Secondo quanto riporta l’edizione locale di Repubblica.it, gli investiti sono rimasti feriti e tre di loro sono stati portati in ospedale in codice rosso. Per uno di loro il trasporto è avvenuto in elicottero per condizioni particolarmente critiche. La donna che si trovava al volante della vettura si è presentata nella caserma dei Carabinieri di Montespaccato, a quanto pare dopo aver capito di essere inseguita dai vigili. La 51enne ha ammesso le sue responsabilità e ed è stata sottoposta all’alcooltest. 

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, SABATO 26 MARZO 2016 (ULTIM’ORA). IL GIALLO SU FAYCAL CHEFFOU: È IL TERZO MEMBRO DEL COMMANDO DI BRUXELLES? In Belgio si apre il giallo su Faycal Cheffou: il giornalista freelance è o non è il terzo ricercato per gli attentati all’aeroporto di Bruxelles, quello che nelle immagini che hanno fatto il giro del mondo indossa un cappello e accompagna i due kamikaze? L’uomo è stato fermato giovedì dalle autorità belghe e sembra che il tassista che ha accompagnato il commando in aeroporto l’abbia riconosciuto in un confronto visivo. La notizia è stata data dal quotidiano Le Soir, ma la Procura non l’ha confermata. Cheffou è stato anche protagonista di una video inchiesta sulle condizioni di alcuni immigrati musulmani irregolari, fermati in Belgio durante il periodo del Ramadan. I media locali si stanno quindi interrogando se davvero il giornalista possa essere realmente l’uomo ricercato per i terribili attentati o meno.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, SABATO 26 MARZO 2016 (ULTIM’ORA). È MORTO L'ATTORE PAOLO POLI Dopo un periodo di malattia è morto ieri a Roma Paolo Poli, attore toscano che il 23 maggio avrebbe compiuto 87 anni. Nato a Firenze nel 1929, si era laureato in letteratura francese e negli anni Cinquanta comincia a farsi conoscere nei teatri cittadini, anche a Genova. Negli anni Sessanta sbarca in televisione, con una trasmissione Rai in cui legge favole per bambini. Poi lavora allo sceneggiato I tre moschettieri e a Canzonissima con Sandra Mondaini. Tra i primi personaggi pubblici a dichiararsi omosessuali, spesso si esibiva en travesti. Ha lavorato anche al cinema, per esempio in Camping di Franco Zeffirelli, e lui stesso ha raccontato di aver rifiutato una parte nel film 8 e mezzo di Federico Fellini. Poli viene ricordato per la sua ironia e per i testi spesso surreali e onirici. Ha coltivato anche la carriera di cantante e in teatro ha svolto anche la funzione di regista. I suoi funerali si svolgeranno a Firenze, come ha annunciato lo stesso primo cittadino del capoluogo toscano Dario Nardella.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, SABATO 26 MARZO 2016 (ULTIM’ORA). SI RIACCENDE LA POLEMICA SULLA MORTE DI GIULIO REGENI - Le affermazioni del governo egiziano, che oggi tramite un loro portavoce ha cercato di far riacquistare credito alla tesi che Giulio Regeni sia stato ucciso da una banda comune, ha riacceso, come era prevedibile, le polemiche sulla morte del nostro giovane connazionale. Pesantissime le accuse della famiglia, le quali tramite una nota rilasciata alle agenzie di stampa si dicono "feriti ed amareggiati dall’ennesimo tentativo di depistaggio". Dello stesso avviso il procuratore Giuseppe Pignatone, titolare delle indagini sulla morte del giovane dottorando. Secondo Pignatone gli elementi comunicati dalla polizia egiziana non "sono idonei a fare chiarezza sulle indagini in corso". Da parte loro gli egiziani si dicono sicuri che il ritrovamento del passaporto del nostro connazionale, nel covo di una banda dedita alla criminalità comune, serve sicuramente a liberare il campo sui sospetti che in queste settimane si sono adombrate sui servizi segreti egiziani.    

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, SABATO 26 MARZO 2016 (ULTIM’ORA). ENNESIMI BLITZ DELLE TESTE DI CUOI BELGHE, TRE ARRESTI - Non accennano a placarsi le operazioni di polizia che cercano di fare luce sugli attentati del 22 marzo. Oggi in un blitz nel quartiere di Schaerbeek è stato tratto in arresto un sospetto terrorista. I media avevano subito dato un volto all’arrestato, indicando in esso Mohamed Abrini, la polizia però ha smentito che l’uomo sottoposto a fermo fosse il super ricercato, ma allo stesso tempo non ha reso noto le generalità del fermato. Sempre nella giornata di oggi, durante altri due blitz delle teste di cuoio, sono stati identificati ed arrestate altre due persone, che dovrebbero essere implicati nei fatti delittuosi che hanno portato il terrore nella capitale belga. Nella giornata di oggi è giunta inoltre, purtroppo, la sicurezza della prima vittima italiana. Si chiamava Patricia Rizzo ed era una funzionaria della Commissione Europea, la donna ha trovato la morte negli attentati della metropolitana, attentati che hanno causato la maggior parte delle vittime.    

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, SABATO 26 MARZO 2016 (ULTIM’ORA). DURI COLPI ALL’ISIS - Nella giornata in cui l’esercito Siriano completa la riconquista della città di Palmira, la certezza di un altro duro colpo all’esercito del califfato trova conferma. Come trapelato nei giorni scorsi, oggi, in una conferenza stampa alla Casa Bianca, il capo del Pentagono Ash Carter, ha confermato "l’eliminazione" di Abdel Rahmane al-Qadouli. Il terrorista faceva parte dei tre uomini più pericolosi del califfato, ed è stato colpito durante un attacco aereo dell’aviazione americana. Il terrorista ricopriva la carica di ministro delle finanze dell’Isis, e su di esso incombeva una taglia di ben 7 milioni di dollari.    

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, SABATO 26 MARZO 2016 (ULTIM’ORA). IL MONDO DEL CALCIO ONORA JOHAN CRUYFF - La scomparsa del campione olandese ha unito il mondo del calcio come non si vedeva da tempo. Nelle partite di ieri molti sono stati gli omaggi di giocatori, dirigenti e tifosi, per ricordare il campione che ieri si è dovuto arrendere ad un cancro al polmone. Da Messi a Neymar, da Insigne a Conte, tutti hanno deciso di mandare un pensiero, a colui che nei fatti è stato il fautore del calcio totale nel mondo. Indicativa la scelta del giornale sportivo olandese De Telegraaf; l’importante testata ha scelto di dedicare la prima pagina solamente alla foto del campione scomparso, un giocatore che nella sua sregolata genialità aveva lasciato il mondo del pallone... senza parole.



© Riproduzione Riservata.