BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

MCS (Sensibilità Chimica Multipla)/ Video: la testimonianza di Cinzia: “Vivo chiusa in casa” (Le Iene Show, 7 marzo 2016)

MCS, Sensibilità Chimica Multipla. Aggiornamento di oggi, lunedì 7 marzo 2016, sul servizio de Le Iene Show. La malattia impedisce a chi ne è affetto di condurre una vita normale...

Foto d'archivioFoto d'archivio

Una testimonianza toccanteo quella di Cinzia affetta da MCS, ovvero la Sensibilità Chimica Multipla, una malattia ancora poco conosciuta. Cinzia racconta la sua storia alla trasmissione di Italia 1 Le Iene Show, andata in onda ieri sera. A realizzare l'intervista è Giulio Golia. Cinzia spiega così com'è la sua vita: "La MCS è un'intosscazione cronica dell'organismo. Io sento profumi e odori in modo amplificato e quindi appena il mio naso viene a contatto con queste sostanze il corpo si intossica e non è in grado di eliminarle e si infiammano tutti gli organi. Ho problemi di asma e di vista e posso star male anche giorni. Non riuscivo nemmeno più a vedere. Sono sensibile a detersivi, profumi, balsamo etc... Mi sono sentita male 12-13 anni fa per la prima volta mentre mangiavo una bistecca: ho iniziato a non respirare più per via di qualche esaltatore che avevano messo nella carne. All'inizio pensavano fosse una allergia". E ancora racconta quali sono tutte le cose che non può fare: "Quando uso il celluare ho forti fischi alle orecchie. Non esco di casa, solo qualche volte vado in collina a respirare. E non posso andare nemmeno in ospedale perché non ci sono stanze per i malati come me. Mio marito e le mie due figlie devono prima bonificarsi e poi possono farmi una carezza". Al momento non esiste una cura a questa malattia e Cinzia è riuscita ad alleviare alcuni sintomi con alcuni trattamenti a Londra. (clicca qui per vedere il video)

Le Iene Show è da sempre un programma promotore di inchieste che riguardano malattie che spesso non hanno voce o non sono molto riconosciute. Nella puntata di ieri di Le Iene Show, si è parlato di MCS, ovvero la Sensibilità Chimica Multipla. E' una malattia ancora poco conosciuta, eppure molte persone, anche in Italia, ne sono affette. E' questo il caso di Cinzia, per esempio, costretta a vivere rinchiusa in casa e ad indossare una mascherina per poter respirare senza subire degli effetti collaterali. Cinzia conduceva una vita normale, come quella di molte persone. Fino a che un giorno di 12-13 anni fa ha mangiato in un ristorante una bistecca in cui era presente una sostanza chimica. Cinzia smette di respirare e corre in ospedale dove i medici non riescono a capire subito di che cosa si tratta perchè i sintomi sembrano dei semplici attacchi allergici. Prima che Cinzia possa arrivare alla diagnosi certa di MCS trascorre molto tempo. La malattia  (Sensibilità Chimica Multipla) è altamente debilitante e non permette nemmeno di stare vicino alle onde radio e cellulari, perché la vicinanza con qualche dispositivo elettrico o elettronico inizia a dare sintomi dolorosi. Anche per il cibo ci sono molti problemi, perché Cinzia può mangiare solo pollo e miglio e cotto rigorosamente solo con acqua minerale da bottilia. L'aria deve essere il più pura possibile, priva di profumi, odori chimici. Le superfici non devono essere trattate con detersivi, così come i vestiti che possono essere lavati solo con il bicarbonato. Questo rende impossibile il contatto con qualsiasi persona, familiari compresi. Chiunque voglia avvicinarsi a persone affette da (Sensibilità Chimica Multipla) come Cinzia, per esempio, deve lavarsi ed indossare vestiti che non siano stati lavati con sostanze chimiche, quindi con la maggior parte dei detersivi. Il Veneto, l'Emilia Romagna, il Lazio, hanno riconosciuto l'(Sensibilità Chimica Multipla) come una malattia, mentre altre regioni no. All'estero è riconosciuta negli Stati Uniti ed in Germania, ma ancora molti Paesi rimangono sprovviste di riconoscimenti. Anche laddove le regioni riconoscono l'esistenza della, non sono previste comunque delle cure ed inizialmente sia amici, parenti che gli stessi medici attribuiscono i sintomi di qualsiasi malato da Sensibilità Chimica Multipla ad un problema psicosomatico o a del semplice stress. Ma che cos'è esattamente l'? Secondo la definizione del National Institute of Environmental Health Sciences, si tratta di una malattia che rende impossibile a qualsiasi persona di tollerare il contatto con ambienti o oggetti che sono trattate chimicamente. Per l'Organizzazione mondiale della sanità, l'è una patologia che spesso viene associata all'elettrosensibilità, ovvero all'incapacità di avere contatti con fonti elettroniche o elettriche. Il problema maggiore è che la malattia può essere individuata con molta difficoltà, proprio perché non esistono basi tossicologiche o fisiologiche che possano indicare la presenza di una malattia. Le cure in Italia non sono diffuse se non a livello sperimentale. Persone come Cinzia, affette da (Sensibilità Chimica Multipla), possono curarsi in alternativa all'estero, come in Spagna, dove sono previsti dei sostegni che sicuramente non guariscono, ma possono permettere di iniziare a condurre una vita per lo meno dignitosa. 

© Riproduzione Riservata.