BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Caso Bozzoli / News, computer e indagini per la scomparsa dell’imprenditore: le parole del fratello Adelio (ultime notizie oggi, 8 marzo 2016)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Mario Bozzoli, infophoto  Mario Bozzoli, infophoto

CASO BOZZOLI NEWS, COMPUTER E INDAGINI PER LA SCOMPARSA DELL’IMPRENDITORE: LE PAROLE DEL FRATELLO ADELIO (ULTIME NOTIZIE OGGI, 8 MARZO 2016) -Il caso di Mario Bozzoli, l'imprenditore scomparso lo scorso 8 ottobre nella sua fonderia di Marcheno, in provincia di Brescia, mentre era al lavoro, resta ancora irrisolto. Di pari passo al dramma di una famiglia che si è vista improvvisamente privata dell'affetto di un proprio caro, c'è da fare i conti con la complicata situazione societaria che vede protagonista la ditta Bozzoli. Come riporta "Il Giorno" i sigilli apposti alla fabbrica il 13 ottobre sono stati rimossi il 27 gennaio; il 26 del mese successivo il fratello dell'imprenditore scomparso, Adelio Bozzoli, ha incontrato una delegazione di dipendenti per cercare di serrare le fila:"I macchinari sono stati rimontati e visto che gli ordini non mancano, i clienti sono pronti a darci fiducia. Ci serve però il denaro liquido per ripartire dopo mesi di sospensione dell’attività. A questo, però, possono pensare solo le banche". La speranza è che almeno questa situazione abbia presto dei risvolti positivi.

CASO BOZZOLI NEWS, COMPUTER E INDAGINI PER LA SCOMPARSA DELL’IMPRENDITORE: CISL, FUTURO DITTA INCERTISSIMO (ULTIME NOTIZIE OGGI, 8 MARZO 2016) - Il caso di Mario Bozzoli continua ad imperversare tra gli inquirenti di Brescia per un rebus che non si riesce a sciogliere da mesi: il corpo dell’imprenditore non si trova e la morte del suo dipendente, Giuseppe Ghiraldini, rimane ancora un mistero senza soluzione. Dopo le parole di un altro dipendente, il futuro delle indagini al momento passa dall’esame del computer di Bozzoli dove si potrebbe trovare la chiave per capire la sua scomparsa e purtroppo sempre più probabile morte. Inoltre, a fine febbraio è arrivato anche l’allarme dei sindacati per la situazione della ditta Bozzoli: “senza ripresa produttiva non c’è la possibilità di attivare per i dipendenti alcuna forma di ammortizzatori sociali, il futuro è davvero incertissimo”, a dirlo è Stefano Olivari, sindacalista della Fim-Cisl che segue da mesi la vicenda e che ha rilasciato queste dichiarazioni ai colleghi del Giorno. Sebbene il problema della crisi di questa società sia legato a stretto giro con la morte dell’imprenditore, è altrettanto vero che i sindacati e la stessa amministrazione locale non intende lasciare soli gli operai. “Non è facile ma non lasceremo soli gli operai di questa azienda finita in una voragine giudiziaria che sembra avere compromesso irrimediabilmente produzione e mercato”.

CASO BOZZOLI, NEWS: L'INDAGINE SUI COMPUTER, PORTERA' ALLA VERITA'? (OGGI, LUNEDI' 8 MARZO 2016) -Potrebbe arrivare dai computer la verità sul caso Bozzoli, l'imprenditore scomparso scorso mentre lavorava nella fonderia di sua proprietà di Marcheno, in provincia di Brescia, lo scorso 8 ottobre. Secondo quanto riportato da il Giorno, a cinque mesi dalla scomparsa di Mario Bozzoli "sono una ventina i supporti informatici, sequestrati nel corso dell’inchiesta, di cui il sostituto procuratore di Brescia, Alberto Rossi, ha disposto l’esame: pc portatili, compact, hard disc, ipad, alimentatori. Il 10 marzo verranno eseguite le copie forensi che verranno esaminate". Il giallo di Mario Bozzoli si lega a un altro, quello della morte di uno dei dipendenti della fonderia, come riferisce il quotidiano: "la mattina del 14 ottobre Giuseppe Ghirardini, uno dei dipendenti che erano in fonderia la sera del mistero, si allontana in auto dalla sua abitazione, alla frazione Aleno di Marcheno. Viene ritrovato quattro giorni dopo in una zona boschiva sopra Ponte di Legno. Avvelenato con il cianuro". 

CASO BOZZOLI, NEWS: PARLA UNO DEGLI ULTIMI OPERAI CHE HA VISTO L'IMPRENDITORE ANCORA IN VITA (OGGI, LUNEDI' 8 MARZO 2016) - Potrebbe arrivare la svolta nel caso di Mario Bozzoli, l'imprenditore scomparso l'8 ottobre scorso mentre lavorava nella fonderia di sua proprietà di Marcheno, in provincia di Brescia. E' ancora mistero sugli ultimi movimenti di Mario Bozzoli che sembra scomparso nel nulla. Molte le ipotesi fatte in questi ultimi mesi e le ricostruzioni degli investigatori che hanno cercato di delineare alcuni dettagli che tuttavia sono rimasti ancora nell'ombra. A fare chiarezza sul giallo potrebbe essere l'intervista di un operaio della fonderia, uno dei pochi lavoratori che hanno visto per ultimi l'imprenditore Mario Bozzoli. In un'intervista esclusiva a La vita in diretta, l'operaio ha riferito di aver visto Mario Bozzoli uscire e rientrare alle 17. La possibilità che l'uomo possa essere stato gettato nel forno, una delle ipotesi su cui si muove l'indagine in corso, sarebbe stata molto difficile da attuare, secondo l'operaio. "Lui è una persona grande e grossa", ha affermato durante l'intervista, "è molto bravo, ogni tanto scherzava con noi non si arrabbiava con nessuno". Buio anche sull'eventualità che l'imprenditore Mario Bozzoli possa essere stato ucciso in seguito ad un dissidio fra famiglie: "un operaio non può sapere se le due famiglie litigavano, di certo non lo facevano davanti a noi". 



© Riproduzione Riservata.