BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

Martufello / Incidente in scooter: l'ironia del comico dopo il ricovero in ospedale (Pomeriggio 5, Oggi 8 Marzo 2016)

Martufello, incidente in scooter. Il comico ospite di Barbara D'Urso a Pomeriggio 5 racconta l'incidente che lo ha visto coinvolto lo scorso luglio in provincia di Viterbo

Barbara D'Urso (Infophoto)Barbara D'Urso (Infophoto)

Arriva in studio dopo il caso di cronaca nera di Trifone e Teresa il comico Martufello ospite di Pomeriggio 5, condotto da Barbara D'Urso. E subito tiene banco la sua ironia: "Mi sono fatto male di brutto ma il comune mi ha chiesto i danni perché ho picchiato il naso sull'asfalto". E sulla dinamica dell'incidente avuto lo scorso luglio ricorda: "Stavo in paese e il traffico era fermo, poi questa signora non mi ha visto e mi ha preso con il paraurti davanti della macchina. Strillavo e il mio collaboratore che era con la sua moto non riusciva ad alzarmi. Il casco mi si è tolto. E' stato un bell'incidente. Sono stato in ospedale tre giorni. E' stata una bella botta ma la raccontiamo. Per i dolori che c'ho ogni giorno dò la colpa al tempo". Poi il collega Pippo Franco in un video mandato in onda lo saluta così: "Quante avventure abbiamo passato insieme. In certi casi l'umorismo ti salva. Auguri". 

Torna in televisione Martufello, il comico che è stato vittima di un incidente lo scorso luglio. E lo fa per raccontare che cosa è davvero successo quel giorno, ospite della trasmissione di Canale 5 Pomeriggio 5, condotta da Barbara D'Urso. Martufello, al secolo Fabrizio Maturani, è stato travolto da un’auto mentre guidava il suo scooter nel centro storico di Cura di Vetralla, in provincia di Viterbo. Ricoverato in ospedale avrebbe riportato, secondo quanto riferito da Oggi nei giorni successivi all'incidente, "la frattura del setto nasale e ferite alla testa e ad una gamba". E Martufello descrisse così l'incidente all'agenzia di stampa Adnkronos, secondo quanto riportato da Oggi: “Andavo piano, come al solito, perché ho sempre paura. La macchina davanti a me non si è accorta del mio sorpasso, ha messo la freccia tardi. Io ormai non potevo fare altro che tentare di finire la manovra che avevo cominciato, non potevo frenare”.

© Riproduzione Riservata.