BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

KAMIKAZE NELLE MARCHE ? / Frasi "in arabo" davanti all'altare con uno zainetto indosso: scatta il panico, ma è solo nevrosi (Oggi, 12 aprile 2016)

Kamikaze nelle Marche? Civitanova, un giovane semina il panico tra i fedeli durante la Messa dicendo frasi "in arabo". Il parroco racconta: “Non l'ho sentito parlare” 

Immagini di repertorio (Infophoto)Immagini di repertorio (Infophoto)

E' entrato in Chiesa con un zainetto, urlando in arabo, e ha fatto scappare i fedeli impauriti. L'episodio è accaduto domenica scorsa a Civitanova, durante la Messa delle 19 nella parrocchia del Cristo Re. A riterirlo è Cronache maceratesi. Un giovane di 25 anni è arrivato sotto l'altare e ha alzato le mani: a quel punto qualcuno lo ha sentito parlare in arabo. Tutto è accaduto in pochi minuti. Il ragazzo, con cittadinanza italiana e padre straniero, lavora come commesso in un centro commerciale della zona. Dopo il suo gesto è stato fermato dalla polizia ed è stato portato in Commissariato. Il parroco però racconta, come si legge sul quotidiano, di non essersi accorto di nulla: Io non l'ho sentito parlare in arabo, si è fatto avanti ed è rimasto sotto il gradino alzando le mani. Sì aveva uno zaino. La metà dei fedeli è fuggita spaventata, gli altri sono rimasti. Non ho mai visto quella persona in Chiesa prima di oggi. Qui passa tanta gente". Il ragazzo, che non ha dato spiegazioni riguardo al suo gesto, nello zaino non aveva alcun oggetto che potesse essere usato come "arma" contro gli altri. E' stato in ogni caso denunciato "per interruzione di funzione religiosa" e la polizia sta "valutando anche una denuncia per procurato allarme".

© Riproduzione Riservata.