BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LUCA VARANI / News, Flavia Vento e Christian De Sica tra i contatti di Marc Prato? (Ultime notizie, oggi 12 aprile 2016)

Pubblicazione:martedì 12 aprile 2016 - Ultimo aggiornamento:mercoledì 13 aprile 2016, 11.40

Luca Varani Luca Varani

CLICCA QUI PER LEGGERE GLI AGGIORNAMENTI SU LUCA VARANI DEL 13 APRILE 2016

 

LUCA VARANI NEWS: FLAVIA VENTO E CHRISTIAN DE SICA TRA I CONTATTI DI MARC PRATO? (ULTIME NOTIZIE, OGGI 12 APRILE 2016) - Dopo la decisione degli inquirenti che indagano sull'omicidio di Luca Varani di spulciare a fondo tra i contatti di Marc Prato, su stretta segnalazione di Manuel Foffo, a detta de "Il Messaggero" la Roma mondana è "in subbuglio". Vip e politici rientrerebbero infatti nella lunga lista di contatti del pr accusato di omicidio, solito alternare all'organizzazione di eventi pubblici anche una serie di incontri privati, aperti ad un minimo di 5 persone, basati su alcol, droga e sesso. Ma chi sono le celebrità che avevano rapporti con Prato? Il quotidiano diretto da Virman Cusenza ne segnala alcuni: Flavia Vento, ad esempio, la showgirl con la quale Marc era stato paparazzato in atteggiamenti molto intimi; o anche Christian De Sica, solito scambiarsi tramite Whatsapp saluti e auguri. Le voci parlano anche di rapporti con "il chirurgo dei vip" Giacomo Urtis, incrociato sia nella Capitale che nelle vacanze in Grecia, nonché con l'attrice Giovanna Rei e la presentatrice Carolina Rey. Voci appunto, che in attesa di venire confermate: fanno tremare i salotti romani.

LUCA VARANI NEWS: MANUEL FOFFO PARLA CON GLI INQUIRENTI E SPUNTA IL PC NASCOSTO DI MARC PRATO (ULTIME NOTIZIE, OGGI 12 APRILE 2016) - La verità sulla morte di Luca Varani potrebbe essere più vicina: come riporta "Il Messaggero" negli ultimi giorni gli inquirenti si starebbero infatti affidando ai racconti di Manuel Foffo, il giovane accusato di omicidio al pari di Marc Prato. Dagli interrogatori del Foffo sarebbe scaturita la volontà da parte degli investigatori di accertare cosa contenessero i dispositivi multimediali del Prato. Si parla di nomi della "Roma bene" a rischio, della presenza di video pedopornografici che evidenzierebbero l'indone malsana del giovane, ma è delle ultime ore la notizia che ai cellulari e agli altri dispositivi sequestrati si sarebbe aggiunto un pc "nascosto". Come riporta il quotidiano diretto da Virman Cusenza, il pc in questione era risultato "introvabile" per molti giorni, fino a quando non si è scoperto che a tenerlo custodito nel suo studio era il legale di Prato. La giustificazione dell'avvocato è stata la seguente:"Mi è stato consegnato dai familiari. Mi serviva per fare indagini difensive". Possibile che il pc possa contenere nuove informazioni utili a stabilire il movente dell'omicidio di Luca Varani?

LUCA VARANI NEWS: MANUEL FOFFO COLLABORATIVO, LA VERITA’ DAL PC E DAL CELLULARE DI MARC PRATO? (ULTIME NOTIZIE, OGGI 12 APRILE 2016) - I due assassini di Luca Varani, Manuel Foffo e Marc Prato, potrebbero contribuire a portare gli inquirenti dritti alla verità in merito a quanto avvenuto lo scorso 4 marzo. Una verità che tuttavia potrebbe giungere percorrendo strade del tutto differenti. Manuel Foffo, grazie alle sue rivelazioni, Marc Prato per mezzo dei suoi dispositivi elettronici. Come sappiamo, infatti, il giovane laureato e di buona famiglia starebbe collaborando con gli inquirenti al punto di essersi già sottoposto al suo sesto interrogatorio fornendo dettagli, seppur inquietanti, sul delitto di Luca Varani ma anche sui giorni che lo hanno preceduto. In merito si sarebbe espresso anche il suo avvocato, Michele Andreano, il quale come riporta il settimanale "Giallo" avrebbe dichiarato: "Contribuirà, come ha fatto finora, e fornirà altri dettagli chiarificatori in merito alle sue responsabilità e a quelle dell'amico. Ha sempre risposto a tutte le domande che gli sono state poste". Non si può dire la stessa cosa di Marc Prato, che ha fatto intendere tramite il suo legale l'intenzione di voler proseguire la strada del silenzio almeno fino a quando non cadrà l'aggravante della premeditazione, rispedendo le accuse all'amico Foffo. Come potrebbe contribuire, dunque, a far emergere la verità? Indirettamente lo sta facendo per mezzo de suoi dispositivi elettronici sotto sequestro e in queste ore al vaglio degli inquirenti, i quali avrebbero già aperto un varco che si preannuncia scandaloso. Tra i dati ed i file del cellulare e del pc di Prato, sarebbero emersi i contatti di molti vip e politici, ovviamente non coinvolti con il delitto di Luca Varani ma che potrebbero meglio "illustrare" il mondo del pr di eventi gay e per vip della Capitale. La verità di Prato, dunque, potrebbe emergere al termine delle perizie sui telefonini ma anche sul suo computer, lo stesso che per giorni era risultato introvabile salvo poi essere rinvenuto nell'ufficio del suo legale, il quale si sarebbe giustificato asserendo: "Mi è stato consegnato dai familiari. Mi serviva per fare indagini difensive".



© Riproduzione Riservata.