BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

ISIS NEWS/ "Cyber bombe" americane per distruggere il network di comunicazioni del califfato (Oggi, 13 aprile 2016)

Nuova distruzione del patrimonio archeologico dell'Iraq nei pressi di Mosul i miliziani hanno distrutto le mura dell'antica città di Ninive ecco di cosa si tratta

Immagine di archivioImmagine di archivio

L'esercito americano ha dato il via all'uso di cyber bombe per colpire il network di comunicazione del califfato islamico. Come si sa sin dall'inizio l'Isis ha dimostrato una capacità dell'uso delle nuove tecnologie soprattutto della Rete per fini propagandistici e anche per organizzare attentati. Gli Stati Uniti intendono adesso distruggere questa rete di comunicazioni che significherebbe togliere almeno in parte il terreno da sotto i piedi all'Isis. Il vicesegretario alla difesa americano ha commentato gli Usa stanno mettendo in atto pressione sull'Isis in tutti i modi e in tutte le direzioni, dunque non solo con le armi.

Il cosiddetto Cancello di Dio, il Mashqi Gate, un imponente costruzione che risale a circa duemila anni fa nei pressi della città irachena di Mosul è stato distrutto dall'Isis.La costruzione era una delle porte di ingresso dell'antica città assira di Ninive, più volte citata nell'antico testamento, ai tempi una delle città più grandi del mondo conosciuto. Continua così la politica distruttiva dei musulmani dell'Isis, già autori di gesti analoghi. Nella stessa Mosul nel febbraio 2015 vennero distrutte statue e altri oggetti nel locale museo archeologico. Allo stesso tempo è stata distrutta la biblioteca locale che conteneva oltre 100mila libri e manoscritti dell'antichità, uno dei patrimoni letterari più importanti del mondo. Scopo degli islamici è infatti distruggere ogni testimonianza del passato che non sia relativa alla loro religione, per imporre loro l'idea che esiste solo l'Islam.

© Riproduzione Riservata.