BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Olindo e Rosa / News, strage di Erba: la lettera dal carcere e i nuovi accertamenti (Pomeriggio 5, oggi 19 aprile 2016)

Pubblicazione:martedì 19 aprile 2016

Olindo Romano e Rosa Bazzi Olindo Romano e Rosa Bazzi

OLINDO E ROSA, NEWS: STRAGE DI ERBA, DA BARBARA D’URSO L’ULTIMA LETTERA DAL CARCERE (POMERIGGIO 5, OGGI 19 APRILE 2016) - Si torna a parlare oggi a Pomeriggio 5 della strage di Erba, con Olindo e Rosa, i coniugi Romano che tornano a far parlare di sé con una misteriosa lettera dal carcere in esclusiva di Barbara D’Urso. Tra poco in studio la padrona di casa del pomeriggio Mediaset mostrerà la lettera che i due coniugi accusati della strage di Erba e in galera con l’ergastolo hanno inviato, svelando le eventuali ultime notizie e dettagli su questo caso spinoso che sconvolto l’Italia nel 2007. Una settimana fa era giunta la notizia di alcuni accertamenti che avrebbero a breve potuto riaprire il caso di triplice omicidio e a Pomeriggio 5 oggi si parlerà anche di quei reperti che sarebbero stati trovati sul luogo del delitto. Dopo la conferma della condanna da parte della Cassazione, divenuta definitiva nel 2011, i difensori dei coniugi Romano scendono nuovamente in campo chiedendo maggiori accertamenti da compiersi attraverso l'utilizzo di attuali nonché più precise strumentazioni di analisi genetico forense, attraverso le quali potrebbero venire a galla "tracce non rilevate durante le indagini espletate nel lontano 2007". L'intento della difesa della coppia coinvolta nella strage di Erba è quello di ottenere dalla Corte d'Appello di Brescia una revisione del processo, presentando un'istanza di incidente probatorio al fine di esaminare reperti ritenuti molto importanti ma mai esaminati in passato. Si farebbe riferimento, nello specifico, a tracce pilifere ritrovate sulla felpa della vittima più piccola, ma anche un accendino trovato sul pianerottolo dell'appartamento in cui si consumò la strage, mozziconi di sigarette rinvenuti sulla scena del delitto e altri campioni biologici mai esaminati e sui quali potrebbero esserci importanti tracce di Dna.



© Riproduzione Riservata.