BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SANTA SARA/ Santo del giorno, il 20 aprile si celebra santa Sara

Santa Sara, è la santa che viene celebrata nella giornata di oggi, mercoledì 20 aprile, dalla chiesa cattolica. Nasce ad Antiochia, da una famiglia molto ricca, si sposa molto giovane 

(InfoPhoto) (InfoPhoto)

Nasce ad Antiochia. Non si conoscono, però, bene il giorno e la data di nascita. La futura santa proviene da una famiglia molto ricca. Si sposa quindi molto giovane, con un ufficiale al servizio di Diocleziano. Santa Sara ha dei figli, che decide di far battezzare, secondo la fede cristiana, durante un viaggio per la città di Alessandria d'Egitto. Durante il suddetto viaggio, infatti, santa Sara, nel bel mezzo di una tempesta, si incide il petto con la croce di Cristo, successivamente fa il segno della croce sulla fronte dei suoi bambini e in seguito li immerge nelle acque del mare. Dopo qualche tempo, santa Sara decide di lasciare Alessandria d'Egitto e di tornare a Antiochia. Ritornata a casa, racconta al marito di aver battezzato i figli. A questo punto, Socrate, il suo sposo, decide di raccontare il gesto della moglie a Diocleziano. Il comandante, allora, ordina di convocare santa Sara, e, dopo averla vista, la sottopone ad un sacco di domande. La donna decide di non rispondere e di rimanere muta. A questo punto, allora, Diocleziano la condanna a morte. La donna, infatti, insieme con i suoi figli, muore bruciata, il giorno 20 Aprile del 305 dopo Cristo. Dopo la sua morte, costei viene nominata Santa dalla Chiesa, e la sua festa si celebra il 20 Aprile di ogni anno. 

Il giorno 20 Aprile di ogni anno si festeggia santa Sara, martire di Alessandria d'Egitto. In molte chiese d'Italia, in questa giornata, si ricorda appunto il martirio di santa Sara che, per la sua fervente fede in Dio, battezzò i suoi figli, contravvenendo al volere del marito Socrate e alle leggi dell'Impero Romano. Il 20 Aprile, inoltre, anche ad Antiochia, antica città della turchia, si festeggia santa Sara e durante questa festa si possono anche mangiare i prodotti del posto. 

Antiochia è la città dove nacque e morì santa Sara. Questa città si trova in Turchia, sorge in prossimità del fiume Oronte ed è il capoluogo di una provincia turca che è quella di Hatay. E' stata una delle città più importanti durante il periodo dell'ellenismo, essendo uno dei centri culturali più importanti della suddetta epoca. Ad oggi, la sua popolazione arriva ad essere di quasi 300 mila abitanti. La città in questione è stata fondata da uno dei generali di Alessandro Magno. Questo generale si chiamava Seleuco. Successivamente, Antiochia diviene la capitale della provincia romana della Siria. In Antiochia, Paolo di Tarso predica per alcuni anni il Cristianesimo. A testimonianza di questa predicazione, c'è ancora, nella suddetta città, la grotta dove san Paolo celebrava messa. Antiochia, quindi è stata una dei più importanti centri di diffusione del Cristianesimo, insieme con Alessandria, Roma e Gerusalemme. Fino al primo secolo dopo Cristo, Antiochia è una delle città più importanti dell'Impero Romano e ospita, per certi periodi, vari imperatori romani. Tra questi è annoverato anche Caligola. Nel 525 dopo Cristo, però, Antiochia viene distrutta da un terribile terremoto, e il fiorente polo urbano incomincia un inesorabile declino, che lo porta a perdere progressivamente di importanza. 

Il 20 Aprile, oltre a santa Sara, si celebrano altri santi che sono: sant'Aniceto, sant'Agnese Segni di Montepulciano, san Vihone, sant'Atanasio delle Meteore, sant'Elena di Laurino, san Marciano di Auxerre, san Donnino di Digne e san Secondino di Cordova. I beati del 20 Aprile sono: Domenico Vernagalli, Chiara Bosatta, Simone da Todi, Francesco Page e Antonio Page.

© Riproduzione Riservata.