BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

25 aprile 2016 / Verso l'anniversario della Liberazione d'Italia: tanti italiani in viaggio, il meteo però non incoraggia (Oggi, 22 aprile)

25 aprile 2016, verso l'anniversario della Liberazione d'Italia: Mattarella dedica la ricorrenza ai marò Salvatore Girone e a Massimiliano Latorre

Immagini di repertorio (Infophoto) Immagini di repertorio (Infophoto)

CLICCA QUI PER LEGGERE GLI AGGIORNAMENTI SU 25 APRILE 2016 DEL 23 APRILE

 

25 APRILE 2016, L'ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE D'ITALIA: TANTI ITALIANI IN VIAGGIO, IL METEO (OGGI, 22 APRILE) - Il 25 aprile 2016 regala la possibilità a milioni di italiani di muoversi per il ponte che si formerà con il sabato e la domenica che precedono la festività. Ma cosa prospetta il tempo per loro? Il meteo sicuramente non è incoraggiante a oggi perchè ci troviamo di fronte a numerose precipitazioni e a cielo sereno solo sul nord ovest dello stivale. Ci sarà infatti sole limpido solo sul Piemonte e sulla Liguria. Troveremo cielo coperto su tutte le alpi e anche sulle regioni di Emilia Romagna, Toscana e le isole Sicilia e Sardegna. Precipitazioni copiose le vedremo invece sul Lazio, sulla Calabria, Basilicata, Molise e Puglia. Addirittura invece si prevede neve nella notte tra domenica e lunedì nell'entroterra abruzzese.

25 APRILE 2016, L'ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE D'ITALIA: 7,4 MILIONI DI ITALIANI IN VIAGGIO (OGGI, 22 APRILE) - In vista del lungo weekend del 25 aprile 2016 saranno 7,4 milioni gli italiani in viaggio. La previsione per la festività che si celebrerà lunedì prossimo è di Federalberghi che stima che l'89,4% degli italiani rimarrà nel nostro paese mentre il 10,1% sceglierà di andate all'estero. Dunque sono in tanti i connazionali che in queste ore stanno programmando un viaggio in occasione della Festa della Liberazione. Federalberghi fa anche sapere quali saranno le mete preferite di chi partirà: per chi rimarrà in Italia "saranno il mare (43,6% della domanda), le località d'arte maggiori e minori (21,9%) e la montagna (18%). Seguono le località lacuali (4,1%), quelle termali e del benessere (3,1%) e la crocieristica (1,1%). Per chi andrà all'estero le grandi capitali europee assorbiranno il 58% della domanda, seguite dalle località marine per il 22%". E per quanto riguarda la sistemazione per il weekend del 25 aprile 2016 "la struttura ricettiva preferita sarà per il 28,6% la casa di parenti o amici seguita a ruota dall'albergo (26,4%), dalla casa di proprietà (11%), dai B&B (10%), dagli agriturismo (6,6%) e dai residence (4,2%)".

25 APRILE 2016, L'ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE D'ITALIA: SI FESTEGGIA ANCHE IL 70ESIMO DEL VOTO A SUFFRAGIO UNIVERSALE (OGGI, 22 APRILE) - Doppio festeggiamento quest'anno per il 25 aprile 2016, la ricorrenza che ricorda l'anniversario della Liberazione d'Italia. Le commemorazioni sono in programma lunedì prossimo: si rievocherà la fine dell’occupazione nazista in Italia e della Seconda guerra mondiale, simbolicamente indicata appunto il 25 aprile 1945. Ma le celebrazioni ricorderanno anche un altro evento avvenuto 70 anni fa, nel 1946. Si tratta del voto a suffragio universale. Ricorre infatti quest’anno, oltre al 71esimo anniversario della Liberazione dal nazifascismo, anche il 70esimo anniversario del referendum, che si tenne il 2-3 giugno 1946, per scegliere fra monarchia o repubblica e che ha portato alla fondazione della Repubblica Italiana e all’elezione dell’Assemblea Costituente: in quell'occasione votarono anche le donne a cui era già stata concessa per la prima volta la possibilità di esercitare il proprio diritto di voto nelle elezioni amministrative del marzo 1946.

25 APRILE 2016, L'ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE D'ITALIA: IL PRESIDENTE MATTARELLA, DEDICA LA RICORRENZA AI MARO' GIRONE E LATORRE (OGGI, 22 APRILE) - Sono già iniziate le celebrazioni per il 25 aprile 2016, l'anniversario della Liberazione d'Italia che sarà ricordato lunedì prossimo. Si è svolta infatti ieri al Quirinale la cerimonia con i rappresentanti della associazioni combattentistiche. E il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha colto l'occasione per tornare sulla vicenda dei due marò sotto processo in India per l’uccisione di due pescatori nel 2012. Il capo dello Stato, come riferisce il Corriere della Sera, ha affermato: "Voglio esprimere la vicinanza mia e di tutto il Paese a Salvatore Girone e a Massimiliano Latorre confermando l’impegno per una soluzione favorevole che si trascina da troppo tempo". Il 25 aprile 2016 Matterella deporrà una corona di fiori all’Altare della Patria e poi si recherà in Val Sesia, luogo dove i partigiani lottarono contro i nazifascisti tra il 1943 e il 45. Ai rappresentanti delle associazioni combattentistiche il presidente della Repubblica ha detto: "Il nostro Paese è depositario di tradizioni millenarie di civiltà e cultura, di umanità e di accoglienza che il mondo ci invidia e ammira. Di quei valori dobbiamo essere fieri, per l’abnegazione e la generosità con cui oggi salviamo migliaia di esseri umani che fuggono da guerre, miseria e condizioni disumane sottoponendo se stessi e i loro figli a rischi e pericoli gravissimi pur di mantenere accesa una piccola speranza per un futuro migliore".

© Riproduzione Riservata.