BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ULTIME NOTIZIE / Oggi, ultim'ora: caso Regeni, le accuse della presentatrice della tv araba: c'è un complotto contro l'Egitto (25 aprile 2016)

Ultime notizie, aggiornamento di lunedì 25 aprile 2016. Risolto il problema del petrolio a Genova dopo la rottura della diga. Importante discorso del Pontefice ai giovani al Giubileo. 

Infophoto Infophoto

Una televisione egiziana di proprietà del network saudita Al Arabiya ha mandato in onda un servizio a cura della presentatrice Rania Yassen che ha accusato la comunità internazionale di fare pressioni indegne contro l'Egitto sul caso della morte di Giulio Regeni. Non solo: le autorità egiziane, ha detto la donna, hanno aperto una indagine contro l'agenzia di stampa Reuters con l'accusa di diffusione di notizie false sul caso. La presentatrice ha accusato Regno Unito e Stati Uniti di guidare un complotto internazionale contro l'Egitto. Ha accusato l'Italia di aver creato un caso quando nel nostro paese, ha detto, le bande mafiose fanno di tutto: "Tutto ciò indica una sola cosa: siamo davanti ad un complotto! Come se Regeni fosse il primo caso di omicidio in tutto il mondo!". La presentatrice alla fine perde completamente la testa, urlando che se all'inizio provava pietà per il caso Regeni, adesso ha solo voglia di mandarlo al diavolo.

Sono in corso in tutta Italia le celebrazioni per la festa del 25 aprile in cui si ricorda la liberazione dell'Italia dal nazi fascismo. Come di consueto il presidente della Repubblica insieme al presidente del consiglio e i due presidenti di Camera e Senato hanno deposto una corna d'alloro sull'altare dellaPatria Roma. In tutte le città sono previsti cortei ma a Roma la Brigata Ebraica che partecipò alle lotte di liberazione ha annunciato che non prenderà parte al corteo perché contro di loro, hanno detto, c'è un evidente anti semitismo. Già in passato si erano verificati episodi di ostilità contro di loro dai parte dei partecipanti al corteo del 25 aprile che collegano la loro presenza a quella di israele e alle ostilità con i palestinesi. A Milano è invece prevista una manifestazione nel pomeriggio con un corteo che si concluderà in Piazza del Duomo e un comizio del segretario della Cgil Susanna Camusso. clicca su questo link per lo speciale sul 25 aprile

Per la prima volta nella loro storia, i due partiti moderati austriaci, socialisti e popolari sono esclusi dal ballottaggio. Alle elezionipresidenziali di ieri infatti ha trionfato il Fpoe partito della destra estrema, una versione austriaca della Lega e del Fronte nazionale francese con il 35% dei voti. Secondo il partito dei versi con il 21% il che significa ballottaggio tra le due formazioni. Heinz Christian Strache il possibile nuovo presidente austriaco ha impostato tutta la sua campagna elettorale sulla lotta ai migranti, minacciando di sfiduciare il governo se non voterà leggi più ristrettive nei loro confronti. Matteo Salvini ha salutato con gioia la vittoria di Strache, "nostro grande alleato": "Quel che mi sconcerta e che mi fa incazzare è il pressapochismo con cui vengono definiti destra xenofoba e razzista dai media. Chiunque chieda libertà, immigrazione controllata e una Europa diversa viene subito marchiato! Il 'politicamente corretto' uccide la verità e la realtà".

Nel primo turno di elezione per le presidenziali in Austria, importante le proiezioni del candidato di "estrema destra" Norbert Hofer che conquista abbondantemente oltre il 35% di consensi. Secondo posto per il leader "ambientalista" Van der Bellen con il 21%. Se le proiezioni venissero confermate i due si contenderebbero la poltrona di presidente dell’Austria, eliminando di fatto i capofila dei maggiori partiti austriaci. Il secondo turno si terrà il 22 Maggio e probabilmente vedrà vincente chi dei due saprà "catalizzare l’appoggio" dei partiti esclusi. Commenti entusiastici da Salvini. La Lega Nord sempre vicina all’estrema destra austriaca, vedrebbe in questa vittoria il riconoscimento per la politica contro gli immigrati.

Sembra rientrato l’allarme legato allo sversamento in mare degli idrocarburi, persi dopo il problema ad una valvola di pompaggio della "Iplom" di Genova. I sopralluoghi effettuati oggi con l’ausilio di un’unita aerea, hanno evidenziato che la maggior parte del petrolio si è dissolto nelle acque. La spiegazione degli esperti è legata alla "minima quantità" presente nelle acque che hanno raggiunto poi il mare in seguito al cedimento della diga di contenimento. Da sottolineare inoltre che alcune chiazze di petrolio sono state aspirate dai mezzi antinquinamento inviati dal ministro dell’ambiente dinanzi alle coste liguri. Intanto sul fronte giudiziario la "Iplom" chiederà il dissequestro della conduttura, presupposto indispensabile per evitare la cassa integrazione a 240 lavoratori. 

Un Papa orientato a far capire agli adolescenti il valore di Gesù tramite alcune metafore giovanili: è questo il Pontefice che si è presentato ieri per officiare la mesa di conclusione del "Giubileo dei ragazzi". Bergoglio, in perfetto stile, è riuscito a instaurare durante l'omelia un colloquio con le migliaia di giovani giunti a Roma. "Non è un app la felicità". Questa solo una delle metafore lanciate da un pontefice capace di strappare applausi a "scena aperta". Bergoglio sta di fatto ripercorrendo le gesta di Papa Giovanni Paolo II. Si sta riappropriando infatti di quella fascia giovanile che negli ultimi anni si era sentita esclusa dalla Chiesa. A sorpresa, il Papa ha confessato alcuni adolescenti, attirando il plauso di tutti i mezzi di informazione e riportando l’attenzione sul grande carisma di un Pontefice "per la gente ma in mezzo alla gente". 

E' quasi fatta per il titolo di premier per il Leicester di Claudio Ranieri. La piccola squadra allenata dal tecnico romano ieri ha di fatto superato lo scoglio Swansea e grazie al contestuale pareggio dell’Arsenal, si è avvicinata ancor più alla vittoria della Premier, unica vera sorpresa all’interno dei maggiori campionati europei. Importante e bellissima anche la vittoria di Valentino Rossi a Jerez de la Frontera. Il "dottore" a 37 anni suonati ha letteralmente dominato la gara, rimanendo in testa dal primo all’ultimo giro, consolidando la sua terza posizione in classifica generale. Nella serie A italiana importante vittoria del Palermo in casa del Frosinone.

© Riproduzione Riservata.