BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Festa della Mamma 2016 / Verso l'8 maggio: regala l'azalea della ricerca, Airc in tantissime piazze italiane (Oggi, 26 aprile)

Festa della mamma 2016, Verso l'8 maggio: le origini della festività in onore della maternità. Ecco come si festeggia in Italia e nel mondo il giorno dedicato alle madri

Immagini di repertorio (Infophoto) Immagini di repertorio (Infophoto)

L'otto maggio è la festa della mamma e l'Airc continua la sua ricerca contro il cancro, una malattia che si può sconfiggere e su cui deve continuare lo studio molto attento da parte degli specialisti. Proprio l'otto maggio sarà possibile per la festa della mamma acquistare in tantissime piazze italiane l'azalea della ricerca. Una splendida pianta che potrete regalare alle vostre mamme e che con un piccolo esborso economico vi regalerà la possibilità di aiutare la ricerca contro uno dei mali più terribili possibili. Clicca qui per scoprire la piazza più vicina a casa tua per fare una sorpresa alla mamma e compiere un gesto piccolo ma decisamente significativo.

Si celebrerà l'8 maggio la Festa della mamma 2016, la ricorrenza in onore di tutte le madri. Non esiste un unico giorno in cui si festeggiano le mamme, al contrario di quanto avviene con i papà per i quali il giorno a loro dedicato è il 19 marzo. In Italia la Festa della mamma ricorre la seconda domenica di maggio che quest'anno cade l'8 del mese. Ma quali sono le origini di questa ricorrenza? La prima Giornata nazionale della Madre e del Fanciullo fu celebrata il 24 dicembre 1933: nell'ambito della politica della famiglia del governo fascista. furono premiate le madri più prolifiche d'Italia. La Festa della mamma a maggio nacque invece a metà degli anni cinquanta in due diverse occasioni, una legata a motivi commerciali e l'altra invece a motivazioni religiosi. Nel 1956, Raul Zaccari, senatore e sindaco di Bordighera, in collaborazione con Giacomo Pallanca, presidente dell'Ente Fiera del Fiore e della Pianta Ornamentale di Bordighera-Vallecrosia, prese l'iniziativa di festeggiare le mamme. L'anno successivo invece don Otello Migliosi, parroco di Tordibetto di Assisi, in Umbria, ebbe l'idea di celebrare la maternità non nella sua veste sociale o biologica ma nel suo valore religioso e cristiano.

© Riproduzione Riservata.