BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SALUTE/ Pugliese (Aims Academy): "Training chirurgico, serve un progetto pilota nazionale"

Il professor Raffaele Pugliese, fondatore di AIMS AcademyIl professor Raffaele Pugliese, fondatore di AIMS Academy

Il 10% dei rientri ospedalieri - secondo statistiche attendibili - può essere ricondotto a "inesperienza". Bene: più alti standard di formazione chirurgica possono modificare in misura visibile cifre come questa? Noi siamo convinti di sì, ma è legittimo che un'istituzione pubblica si veda confermato con esperimenti sul campo quello che è già suggerito dalla razionalità. Noi chiediamo al ministro della Salute - ma non solo - di metterci alla prova, con un test scientifico. Verifichiamo assieme se un campione di chirurghi che ha seguito un percorso articolato e completo di training genera un set di interventi più riusciti e sicuri secondo una serie di parametri. Perché non coinvolgere uno o più gruppi di specializzandi universitari?

 

Il test è dunque destinato a coinvolgere gli atenei...

Certamente: anche il Miur conosce già la nostra esperienza. È per questo che desideriamo comunicare la nostra proposta e i nostri obiettivi con un evento nel cartellone del Meeting di Rimini a cui inviteremo entrambi i ministri. Il nostro test punta naturalmente a rappresentare un'esperienza-modello: in ipotesi una convenzione con un'università che ci consenta di condurre un matching validabile sulla nostra piattaforma, sotto gli occhi dei due ministeri. Un test che non abbia finalità puramente dimostrative, ma che verifichi l'utilità concreta del training. La formazione avanzata non può restare appannaggio dei circuiti supportati dalle aziende e riservate ai chirurghi più bravi. C'è un interesse pubblico in gioco e AIMS Academy vuol dimostrare di essere realmente utile su questo terreno.

 

È anche per questo che, a fianco della formazione, AIMS si svolge anche attività di ricerca.

L'Academy ha investito in una start-up - Value Biotech - orientata allo sviluppo di un sistema robotico originale per la chirurgia addominale con accesso singolo. Il completamento del progetto richiede ulteriori finanziamenti: al momento sono interessati investitori israeliani e tedeschi. Un secondo terreno d'azione vede AIMS impegnata come promotrice e finanziatrice di un progetto per lo sviluppo di un sistema di realtà virtuale da applicare quale supporto alla pianificazione e alla esecuzione intraoperatoria operativa in chirurgia oncologica e addominale.

 

(Antonio Quaglio)

© Riproduzione Riservata.