BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FESTA DELLA MAMMA 2016 / Verso l’8 maggio, le origini negli Stati Uniti (oggi, 28 aprile)

Festa della mamma 2016, verso l’8 maggio: non solo regali, si fa anche beneficenza nel giorno dedicato a tutte le madri. L'iniziativa in piazza della onlus Cesvi

Immagini di repertorio (Infophoto) Immagini di repertorio (Infophoto)

La Festa della mamma 2016, che si celebra in Italia il prossimo 8 maggio, ha origini negli Stati Uniti oltre un secolo fa. La ricorrenza in cui si festeggiano tutte le madri ha in realtà una storia triste: agli inizi infatti, come ricorda il National Geographic, era una giornata di lutto per le madri che avevano perso i figli in guerra. La storia della Festa della mamma comincia nell'Ottocento quando furono organizzate "Giornate dell'amicizia tra madri" per promuovere la riconciliazione tra gli ex nemici della Guerra civile americana. In West Virginia Ann Reeves Jarvis lanciò un "Mother's Friendship Day" per i reduci degli eserciti. Ma fu soprattutto sua figlia Anna a battersi per istituire una vera e propria festa. Anna Jarvis non ebbe figli e quanto la madre morì organizzò il primo Mother's Day su scala nazionale: era il 10 maggio 1908. Come si legge sempre sul National Geographic, quel giorno si tennero cerimonie a Grafton, in West Virginia, luogo natale di Jarvis, a Philadelphia, dove Jarvis viveva, e in diverse altre città americane. Negli anni seguenti la Festa della Mamma riscosse sempre più successo, tanto che nel 1914 il presidente americano Woodrow Wilson stabilì ufficialmente che la seconda domenica di maggio fosse dedicata alle celebrazioni. La festa però divenne ben presto commerciale, una deriva rispetto alle intenzioni iniziali che Anna Jarvis combattè tutta la vita.

La festa della Mamma si avvicina e le possibilità di trovare per l’8 maggio la grande offerta o il regalo giusto per la vostra cara mamma sono sul tavolo: Google store sembra il più scatenato, almeno dal punto di vista delle offerte sugli smartphone, i veri gioielli dei nostri tempi. In occasione della Festa della Mamma 2016 dunque Google Store ha abbassato i prezzi dei suoi due ultimi Nexus 6P e Nevus 5X, con i quali sta cercando di entrare nel duopolio complesso tra la serie S di Samsung e l’iPhone Apple. È possibile dunque risparmiare fino a 150 euro sull’acquisto di Nexus 6P e anche 80 euro sull’acquisto di Nexus 5X: gli sconti valgono in tutta Europa e non solo nello Store italiano. La promozione che Google dedica alla fantastica festa di tutte le mamme è iniziata il 15 aprile e terminerà segnatevelo bene, il 6 maggio 2016 e vale ovviamente solo per gli acquisti effettuati online. Da segnalare anche il 50% di sconto sulle custodie, utile se non volete che la vostra cara mammina mentre apparecchia la tavola faccia cadere il nuovo gioiello di Nexus: anche qui ribassati e di molto i prezzi, con almeno 40% di sconto sulla migliori custodie Adopted e Speck.

Un'occasione anche per fare beneficenza quella della Festa della mamma 2016 che si celebra il prossimo 8 maggio. La seconda domenica del mese è ormai da tradizione dedicata a festeggiare tutte le madri. In questo giorno di solito si compra un regalo per la propria mamma, un oggetto o dei fiori, oppure si prepara una pietanza o un dolce particolare. Ma si può anche compiere un gesto benefico nei confronti di chi sta peggio. La onlus Cesvi infatti organizza, con un weekend d'anticipo, in varie piazze italiane (Bergamo, Brescia, Bologna, Forli, Milano, Roma, Varese, Pordenone, Genova, Palermo, Torino, Catania quelle già confermate) un'iniziativa speciale proprio in vista della Festa della mamma 2016. Sabato 30 aprile e domenica 1 maggio Cesvi centinaia di volontari saranno in piazza per proporre un'idea regalo originale e solidale per tutte le mamme: creme corpo o mani, bagno-doccia realizzati con ingredienti biologici, kit di bellezza e molto altro. I fondi raccolti, si legge sul sito della onlus, "andranno a favore di una delle Case del Sorriso di Cesvi in Tamil Nadu, India. Nel 2007 Cesvi ha inaugurato tre Case di accoglienza, fra cui una struttura solo femminile nel distretto di Cuddalore, gestita dal partner locale EKTA, nome che significa "Unità": si tratta di un centro di accoglienza per bambine e ragazze basato a Madurai". (clicca qui per leggere tutto)

© Riproduzione Riservata.