BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TRIFONE E TERESA / News, la madre del militare ucciso su Giosuè e Rosaria: “Sono due scellerati” (Oggi, 3 aprile 2016)

Pubblicazione:domenica 3 aprile 2016 - Ultimo aggiornamento:lunedì 4 aprile 2016, 11.43

Trifone e Teresa Trifone e Teresa

CLICCA QUI PER LE ULTIME NOTIZIE SUL CASO DI TRIFONE E TERESA, AGGIORNATE AL 4 APRILE 2016

 

TRIFONE E TERESA NEWS: PAROLE DURISSE DA PARTE DELLA MADRE DI RAGONE NEI CONFRONTI DI GIOSUE’ RUOTOLO E DELLA FIDANZATA (ULTIME NOTIZIE, OGGI 3 APRILE 2016) - Nel corso della loro ospitata nella nuova puntata di Domenica Live, i genitori di Trifone, il militare ucciso insieme alla fidanzata Teresa nel parcheggio del Palasport di Pordenone il 17 marzo 2015, hanno sottolineato l’enorme ed incolmabile dolore per la morte ingiusta dei due ragazzi. La madre di Trifone ha usato ancora una volta parole durissime nei confronti di Giosuè Ruotolo, presunto assassino della coppia ma anche di Rosaria Patrone, fidanzata di Ruotolo e tornata in libertà dopo aver scontato i domiciliari per favoreggiamento. “Per Giosuè la figura di Trifone era diventata un macigno, era diventata insopportabile e in questo contesto la fidanzata, che è una donna malvagia, non ha fatto da paciere ma lo ha fomentato, e non perché era gelosa. Sono due scellerati”, ha dichiarato la donna. La stessa, in lacrime, ha poi ammesso di voler chiamare il Papa per far benedire il parcheggio dove Trifone e Teresa sono stati assassinati.

TRIFONE E TERESA NEWS: OSPITI DI DOMENICA LIVE I GENITORI DEL MILITARE UCCISO, ECCO IL SOGNO DELLA MADRE (ULTIME NOTIZIE, OGGI 3 APRILE 2016) - Il caso di Trifone Ragone e Teresa Costanza, i due fidanzati uccisi poco più di un anno fa nel parcheggio del Palasport di Pordenone, è stato affrontato anche questo pomeriggio nel corso della nuova puntata di Domenica Live, la trasmissione di Canale 5 condotta da Barbara d'Urso. La padrona di casa del programma Mediaset ha accolto in studio i genitori del militare ucciso e il fratello Giuseppe, i quali hanno ancora una volta portato la loro testimonianza di dolore. "La loro vita è stata rubata", ha dichiarato la mamma di Ragone. "Trifone e Teresa sono morti da innocenti", ha poi aggiunto. La donna ha successivamente raccontato di sognare spesso la coppia di fidanzati uccisi. L'ultima volta è accaduto la notte prima dell'udienza al Tribunale del Riesame di Trieste e che ha confermato il carcere per Giosuè Ruotolo rimettendo in libertà la fidanzata di quest'ultimo, Rosaria Patrone. "In sogno Trifone mi diceva: 'Mamma sono coinvolte 21 persone'. Non so se in quell'aula c'erano 21 persone ma sarebbe anche bello scoprire questo", ha dichiarato la donna.

TRIFONE E TERESA, NEWS: SMS SEI GIORNI PRIMA DEL DELITTO PER DIMOSTRARE L’INNOCENZA DI GIOSUE’ RUOTOLO? (ULTIME NOTIZIE, OGGI 3 APRILE 2016) - A distanza di sei mesi dall'iscrizione nel registro degli indagati di Giosuè Ruotolo, in carcere per il duplice delitto di Trifone e Teresa, gli avvocati del militare 26enne di Somma Vesuviana sono finalmente entrati in possesso degli atti dell'indagine dando così il via alle analisi su verbali, tabulati telefonici e ricostruzioni. E' quanto riporta oggi "Il Gazzettino" sulla base delle ultime novità emerse nel corso della passata puntata della trasmissione "Quarto Grado". Nel corso dell'udienza di qualche giorno fa al termine della quale è stato confermato il carcere per Ruotolo, la sua difesa ha messo in dubbio alcune testimonianze finora raccolte ma anche alcuni messaggi che i due fidanzati uccisi si erano scambiati tramite cellulare l'11 marzo dello scorso anno, ovvero 6 giorni prima del terribile omicidio. In quell'occasione, Trifone inviò un sms a Teresa lasciando ipotizzare un pestaggio con un certo Raschi: "M’ha crepato Raschi. Un casino, zigomo rotto". A cosa faceva riferimento il militare ucciso? Questo retroscena emerso solo ora, sarà preso in considerazione dalla difesa di Ruotolo per portare avanti l'ipotesi di innocenza del proprio assistito?

TRIFONE E TERESA: SPUNTANO DEGLI SMS DELLA COPPIA CHE ACCUSEREBBERO UN'ALTRA PERSONA. GIOSUE' RUOTOLO E' INNOCENTE? (ULTIME NOTIZIE OGGI, DOMENICA 3 APRILE 2016) - Nei giorni scorsi ci sono state alcune svolte per l'omicidio di Trifone Ragone e la fidanzata Teresa Costanza. Il servizio di Quarto Grado di venerdì scorso ci rimanda alla decisione del tribunale del riesame che ha confermato lo stato di fermo per Giosuè Ruotolo, accusato di omicidio, mentre ha rilasciato Rosaria Patrone, la fidanzata del militare. La donna per ora è stata accusata solo di favoreggiamento in omicidio, ma per Ruotolo gli inquirenti sono sicuri che si trovasse al Palasport al momento del delitto. La difesa, condotta dall'avvocato Roberto Rigoni Stern, ha cercato di evidenziare alcuni punti delle varie testimonianze chiamate dall'accusa, specialmente del runner. L'uomo ad aprile non ricordava infatti il punto preciso in cui si era fermato al parco, mentre ad ottobre, durante un sopralluogo dei Carabinieri, aveva improvvisamente ricordato tutto. La difesa ha inoltre portato come prova quattro testimoni che affermano di non aver visto la macchina di Ruotolo nei pressi del parco. Inoltre l'avvocato Stern ha chiesto spiegazioni su alcuni messaggi scritti da Trifone a Teresa in cui faceva riferimento ad un'altra persona. Negli sms, Trifone riferiva infatti "amore, ho fatto a mazzate" ed alla richiesta di spiegazioni di Teresa, rispondeva "un casino, zigomo rotto. M'ha crepato Raschi". Questi scambi di messaggi sarebbero la prova che per l'accusa, come già annunciato più volte, confermerebbe l'innocenza di Giosuè Ruotolo. Rimangono tuttavia schiaccianti le immagini della telecamera di sorveglianza che riprende la macchina di Ruotolo venti secondi prima del passaggio del runner e pochi minuti dopo la morte di Trifone e Teresa. Clicca qui per vedere la clip di Quarto Grado su Trifone Ragone e Teresa Costanza



© Riproduzione Riservata.