BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

I RAELIANI/ Un'ambasciata a Gerusalemme per accogliere gli alieni? (Le Iene Show, 4 aprile 2016)

I Raeliani, aggiornamento di oggi, lunedì 4 aprile 2016. Un servizio di Enrico Lucci de Le Iene Show ci parla del movimento che vorrebbe aprire un'ambasciata per accogliere gli alieni.

Le Iene Show, infophoto Le Iene Show, infophoto

Uno dei grandi misteri che dividono l'opinione pubblica riguarda da molti anni gli extraterrestri, ma anche in questo campo ci sono delle novità. Ce lo spiega Le Iene Show grazie ad un servizio dell'inviato Enrico Lucci che ha incontrato per noi alcuni esponenti dei Raeliani. Si tratta di un movimento che trae il suo nome dal fondatore, Claude "Rael" Vorilhon, protagonista di numerosi avvistamenti e non solo. Avvenne tutto nel 1973, quando Rael, tornando dal lavoro, ebbe il primo contatto con la civiltà aliena. E da qui la sua vita cambiò per sempre, tanto da chiamare a sé migliaia di persone che come lui credono agli extraterrestri ed ai dischi volanti. Uno dei raeliani intervistati, Siro, ha scritto un libro riguardo alla sua esperienza con gli omini verdi, intitolato "Gli extraterrestri mi hanno portato sul loro pianeta". Secondo la sua testimonianza, Siro sarebbe stato prelevato in un disco volante dove avrebbe incontrato gli alieni che descrive piuttosto bassi, tipo 1 metro e 25, dalla classica pelle olivastra. Enrico Lucci ha notato che gli alieni, qualora esistessero, sarebbero in grado di risolvere il problema annoso dei ritardi dei mezzi pubblici, dato che si muovono alla velocità del pensiero. Niente più code quindi a causa dei trasporti. Un'altra delle particolarità interessanti promosse dai Raeliani è che chiunque può mettersi in comunicazione con gli alieni, grazie alla trasmissione piano cellulare. Si ignora che cosa consista esattamente, ma sembra che basti l'imposizione delle mani del leader del movimento per rendere possibile tutto questo. I Raeliani guardano inoltre il mondo con occhi diversi, grazie al paradismo, una sorta di comunismo avanzato dove l'essere umano non dovrà più lavorare perché verrà sostituito dalle macchine. Il movimento può contare su 40 anni di storia e l'obiettivo principale, riferisce il leader, è costruire l'ambasciata ufficiale in cui poter accogliere gli Elohin, ovvero gli alieni. E dove fare tutto questo se non a Gerusalemme? Le richieste da parte dei Raeliani verso gli israeliani sono state molteplici, ma stranamente hanno ricevuto finora solo dei rifiuti. 

© Riproduzione Riservata.