BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SUICIDIO SU PERISCOPE / Morte in diretta per una ragazza francese, denuncia abuso prima di uccidersi (Oggi, 11 maggio 2016)

Suicidio su Periscope in diretta web: ragazza 19enne francese si getta sotto un treno dopo aver svelato l'identità del suo presunto aggressore: vittima di violenze sessuali?

Immagini di repertorioImmagini di repertorio

L'intera Francia è sotto shock in seguito al suicidio di una ragazza 19enne avvenuto in diretta su Periscope nella giornata di ieri. A darne notizia è il sito France Info che ricostruisce quanto avvenuto a scapito di una giovane di Egly, periferia Sud- Ovest di Parigi e poco distante da uno dei sobborghi più problematici della zona, Evry. La 19enne ha deciso di farla finita in diretta web tramite la celebre app Periscope, sotto gli sguardi attoniti dei suoi followers che hanno così assistito alla sua morte. Sul caso è stata aperta un'inchiesta al fine di fare maggiore chiarezza sul gesto estremo della 19enne, anche alla luce di quanto dalla stessa ragazza anticipato prima di compiere il suicidio, gettandosi sotto il treno di una delle linee ferroviarie regionali che collegano la Capitale francese alla periferia. Nel pomeriggio, prima ancora di compiere il suicidio, la 19enne aveva annunciato ai suoi followers che da lì a poco sarebbe accaduto qualcosa in diretta, invitandoli a seguirla su Periscope. Una volta giunta sul posto, a pochi metri dai binari, la giovane avrebbe spiegato anche le ragioni di ciò che di lì a breve avrebbe fatto, spiegando di essere stata vittima di un abuso sessuale e rivelando anche l'identità del suo presunto aggressore. Dopo la confessione, si sarebbe gettata sotto il treno, lasciando sgomenti i suoi followers che hanno assistito a tutta la scena in diretta su Periscope. Pur comprendendo la gravità della situazione, non avrebbero potuto far nulla per fermare il gesto folle della ragazza. Il suicidio sarebbe stato registrato anche dalle telecamere a circuito chiuso della stazione e successivamente alla sua uccisione sarebbero giunte le squadre di Vigili del Fuoco e Polizia. Quest'ultima sarebbe entrata subito in possesso del cellulare della giovane donna, ora sotto sequestro. Attualmente si sta cercando di far luce sulla vicenda, comprese le eventuali responsabilità attribuite al presunto aggressore che avrebbe abusato della 19enne.

© Riproduzione Riservata.