BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FILIPPO DE CRISTOFARO / Killer del catamarano, news: "Catturato il più pericoloso latitante comune" (Oggi, 20 maggio 2016)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Filippo De Cristofaro  Filippo De Cristofaro

FILIPPO DE CRISTOFARO, IL KILLER DEL CATAMARANO ARRESTATO IN PORTOGALLO: SODDISFAZIONE DA PARTE DEL QUESTORE DI ANCONA (ULTIME NOTIZIE, OGGI 20 MAGGIO 2016) - Filippo De Cristofaro, il killer del catamarano arrestato oggi in Portogallo dopo una latitanza durata due anni in seguito alla sua evasione dal carcere dell'Isola d'Elba avvenuta nel 2014, alla vista degli agenti avrebbe esclamato: "Complimenti, non pensavo che la polizia di Ancona mi avrebbe perseguitato fino a questo punto". Lo ha riferito Repubblica.it riportando le parole del capo della squadra Mobile di Ancona Virgilio Russo, il quale ha spiegato al quotidiano: "Prima ha cercato di negare, poi ha ammesso e ci ha fatto i complimenti, sorridendo". Dopo essere stato bloccato, l'uomo condannato all'ergastolo in via definitiva nel 1991 per l'omicidio e l'occultamento di cadavere della giovane skipper Annarita Curina, è stato trasferito dalla sede della polizia portoghese al tribunale di Lisbona. Soddisfatto il questore di Ancora, il quale dopo l'arresto di De Cristoforo ha commentato: "Oggi è un giorno importante, perché è stato catturato il più pericoloso latitante non di mafia in Italia, il più pericoloso latitante comune".

FILIPPO DE CRISTOFARO, NEWS: CATTURATO IL KILLER DEL CATAMARANO DOPO LATITANZA DURATA DUE ANNI (ULTIME NOTIZIE, OGGI 20 MAGGIO 2016) - E' stato arrestato dopo una lunga fuga durata anni Filippo Antonio De Cristofaro, ribattezzato come il killer del catamarano, il latitante condannato all'ergastolo nel 1988, reo di aver ucciso la giovane skipper 34enne Annarita Curina ed accusato anche dell'occultamento del suo cadavere. L'uomo è stato rintracciato in Portogallo e fermato dalla polizia di Ancona dopo essersi dato alla fuga nel 2014. De Cristofaro, oggi 62enne, aveva agito con la complicità della giovanissima amante (all'epoca dei fatti appena 17enne), l'olandese Diana Beyer, uccidendo la pesarese Annarita Curina con il solo intento di appropriarsi del suo catamarano, prima di darsi alla fuga a bordo dello stesso. Da qui, l'appellativo con il quale è stato riconosciuto fino ai nostri giorni. De Cristofaro fu condannato all'ergastolo per i reati di omicidio e occultamento di cadavere (il corpo della skipper uccisa fu zavorrato con un'ancora di 17 chili e ritrovato successivamente da alcuni pescatori) in via definitiva solo nel 1991. Solo oggi è stata data la notizia della sua cattura avvenuta a Sintra, un villaggio a 30 chilometri da Lisbona. Repubblica.it ne ha svelato le modalità: il killer del catamarano era da poco salito a bordo di un treno che lo avrebbe dovuto condurre nella Capitale del Portogallo. Con sé portava documenti falsi e soldi in contanti. Con la sua cattura si chiude un cerchio iniziato molti anni prima, già a partire dalla prima delle due evasioni di cui De Cristofaro si è reso protagonista negli anni: nel 2007 dal carcere di Opera a Milano e poi nel 2014 dal carcere di Porto Azzurro, sull'Isola d'Elba. Nel primo caso era stato catturato dopo un mese in Olanda, mentre dal 2014 si era dato alla fuga fino ad oggi. La sua cattura è stata possibile grazie alla necessaria cooperazione tra la Polizia di Ancona e gli agenti dello S.C.O. della polizia di Stato, i nuclei speciali della polizia portoghese e il coordinamento di Eurojust.



© Riproduzione Riservata.