BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ULTIME NOTIZIE / Ultim'ora, oggi: spari davanti alla Casa Bianca, ferito un uomo (20 maggio 2016)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Infophoto  Infophoto

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, VENERDÌ 20 MAGGIO 2016 (ULTIM’ORA). SPARI DAVANTI ALLA CASA BIANCA, FERITO UN UOMO - Nuovi spari davanti alla Casa Bianca. Un agente del Secret Service è stato ferito da colpi d'arma da fuoco esplosi da un uomo armato nei pressi di uno dei checkpoint che garantiscono la sicurezza dell'edificio. L'allarme, secondo le prime informazioni, sarebbe scattato nel West Executive Drive, il viale di accesso riservato al personale. Il personale di sicurezza ha risposto al fuoco ferendo lo sparatore, che sarebbe stato colpito all'addome, arrestato e portato in ospedale. Il presidente Barack Obama non è alla Casa Bianca, ma sono immediatamente scattate le procedure di evacuazione e di messa in sicurezza dell'edificio. 

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, VENERDÌ 20 MAGGIO 2016 (ULTIM’ORA). AMASSIMO BOSSETTI, CHIESTI 1,4 MILIONI DI RISARCIMENTO PER LA FAMIGLIA GAMBIRASIO - I legali della famiglia di Yara Gambirasio hanno chiesto a Massimo Bossetti un risarcimento di 1,4 milioni di euro. Per la madre, la cifra del risarcimento è ancora da stabilire.L'avvocato della famiglia ha inoltre definito il movente dell'omicidio "chiaro e limpido, è di natura sessuale" Al sentire queste parole Bossetti presente in aula ha gridato: "Non è vero per niente!". Reticente è invece stata definita Marita Comi, moglie dell'imputato per il quale come issa l'accusa ha chiesto la pena dell'ergastolo. Le richieste di risarcimento  sono nel dettaglio di 983mila euro per il padre Fulvio e di 427mila per la sorella Keba, con una profisionale di 300mila euro per il padre e di 150mila per la figlia. Richiesta, ha detto l'avvocato, formulate per obblighi di legge, lasciando sottintendere che nessuna cifra potrà mai lenire il dolore della famiglia.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, VENERDÌ 20 MAGGIO 2016 (ULTIM’ORA). AEREO PRECIPITATO TROVATI I PRIMI RESTI - Finalmente i primi veri resti dell'airbus precipitato ieri in mare. Sono stati individuati due sedili e alcune valigie a circa 290 chilometri a nord di Alessandria d'Egitto. "A trovare i relitti, contenenti anche effetti personali dei passeggeri, è stato l'esercito", riporta Al JazeeraSulle cause del disastro aereo ancora solo ipotesi invece solo il ritrovamento delle scatole nere potrà chiarire qualcosa in quanto non c'è stata alcuna rivendicazione. Per la Russia e per gli Usa potrebbe trattarsi di attentato terroristica, ma si pensa anche a un guasto tecnico. L'obbiettivo? Potrebbe essere ancora la Francia (l'aereo è partito da Parigi) o l'Egitto (contro il cui governo c'è una opposizione dichiarata di elementi estremistici e non solo). 

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, VENERDÌ 20 MAGGIO 2016 (ULTIM’ORA). LIVERPOOL EVACUATO L'AEROPORTO - Evacuato l'aeroporto di Liverpool ,situato a solo dodici chilometri dal centro della città inglese. Il John Lennon, così si chiama è stato evacuato non per un allarme terroristico ma "per problemi alla gestione dei passeggeri". Un guasto cioè allo scanner per il controllo bagagli e tutti i passeggeri hanno dovuti essere ricontrollati si è creato così un caos non indifferente. Nessun allarme terroristico dunque.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, VENERDÌ 20 MAGGIO 2016 (ULTIM’ORA). MISTERO EGYPTIAN AIR NESSUN RELITTO - La Egyptian Air smentisce il ritrovamento ieri dato per certo di alcun relitto del volo inabissatosi in mare al largo delle isole greche. Anche le ipotesi di un attentato terroristico che ieri l'intelligence americana dava per sicure, oggi non appaiono tali. Il segretario di stato Usa John Kerry ha invitato "a non speculare" e lo stesso ha detto il ministro degli esteri francese. Secondo la rete televisiva Ncb i satelliti spia americani avrebbero invece registrato una esplosione a bordo, resta il fatto che nessuno al momento ha ancora rivendicato il possibile attentato. 

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, VENERDÌ 20 MAGGIO 2016 (ULTIM’ORA). ADDIO A MARCO PANNELLA - Si è spento oggi in una clinica romana Marco Pannella. Il leader dei radicali, una vita sempre passata a combattere per i suoi ideali, aveva 86 anni. Ieri Pannella, stante le sue critiche condizioni di salute, era stato trasferito presso la clinica romana di "Nostra Signora della Mercede", la struttura era stata scelta dalla famiglia perché garantiva l’inviolabilità della camera, un inviolabilità che ha accompagnato Pannella fino alla fine. La morte è stata annunciata dalla radio da lui fondata, "radio Radicale", sottolineata dalla messa in onda del Requiem di Mozart. Lo statista che ha fatto la storia della politica italiana, per il suo modo irruente e sfrontato di affrontare i problemi, lottava da tempo contro un tumore al fegato. Tra i primi messaggi di cordoglio giunti alla famiglia quello del premier Matteo Renzi, che ha interrotto in diretta la conferenza stampa con il premier olandese Rutte, per porgere le condoglianze a "nome suo e dell’esecutivo" alla famiglia. I funerali saranno svolti a Teramo sua città natale, domani la salma sarà trasferita a Montecitorio per la camera ardente aperta al pubblico.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, VENERDÌ 20 MAGGIO 2016 (ULTIM’ORA). MISTERO SULL’AEREO SCOMPARSO IN EGITTO - Un volo della compagnia egiziana EgyptAir partito da Parigi e diretto al Cairo è precipitato quest’oggi in mare, in un tratto non lontano dall’isola di Creta. Il volo che è scomparso dal radar dopo essere entrato nello spazio aereo egiziano, aveva a bordo 66 persone più i membri dell’equipaggio, allo stato attuale non si conosce la nazionalità dei passeggeri, anche se da una prima indagine non ci dovrebbero essere italiani bordo. Si disconosce ancora la causa della tragedia, anche se dall’analisi del tracciato radar sembrerebbe che l’aereo abbia, prima di precipitare, effettuato due violente virate, seguite immediatamente da una repentina picchiata. Fonti vicine al governo egiziano non "escludono un attentato terroristico".

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, VENERDÌ 20 MAGGIO 2016 (ULTIM’ORA). POLETTI STUDIA IL TAGLIO DEL CUNEO FISCALE - Adesso è ufficiale, il governo sta cercando un modo per abbassare le tasse sul lavoro dipendente nel 2017. La notizia è stata data dallo stesso Ministro del lavoro Poletti, a margine di un convegno svoltosi oggi. Poletti ha sottolineato che la misura è "ancora allo studio degli esperti del suo ministero", ma ha posto l’accento come è intenzione dell’esecutivo fare di tutto per trovare le risorse economiche, allo scopo di rendere meno oneroso il costo del lavoro, soprattutto in presenza di contratti a tempo indeterminato. Le parole del Ministro hanno sollevato un coro di dissenso da parte delle opposizioni, che accusano l’esecutivo di fare la solita propaganda elettorale a danno degli italiani.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, VENERDÌ 20 MAGGIO 2016 (ULTIM’ORA). MAFIA, ASSOLUZIONE PER IL GENERALE MORI - La corte d’appello di Palermo dopo una lunga camera di consiglio, ha confermato l’assoluzione con formula piena per il generale Mario Mori, ex comandante del Ros dei Carabinieri. I giudici hanno ritenuto che l’alto ufficiale non abbia commesso il reato di "favoreggiamento", ne tanto meno agevolato la latitanza del super ricercato Bernardo Provenzano. Insieme a Mori è stato assolto anche il colonnello Mauro Obinu attualmente in forza presso i servizi segreti (AISE). Oltre l’estrema soddisfazione espressa alla sentenza da parte dei due imputati, è arrivato il plauso da parte di molti politici, sicuri che l’attività di Mori sia stata sempre lineare e coerente, con la funzione di "servitore dello stato" che egli ha sempre ricoperto.



© Riproduzione Riservata.