BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

NANO TENERO / Fiction Rai, polemica per il casting: licenziata la responsabile. I commenti video (Oggi, 26 maggio 2016)

Nano tenero per fiction Rai: polemica per il casting della serie della Archibugi, licenziata la responsabile. Le scuse della produzione e i commenti sul web tra cui un video su Youtube 

Rai Rai

NANO TENERO PER FICTION RAI, POLEMICA PER IL CASTING: LICENZIATA LA RESPONSABILE (OGGI, 26 MAGGIO 2016) - E' polemica per il casting Rai che cerca "persone con disabilità o nano tenero". Su Facebook è infatti stato pubblicato, e poi rimosso dopo le denunce, un post in cui si leggeva: "Per la mini serie tv di Francesca Archibugi, la produzione Wildside cerca ragazzo di 15/18 anni nano o con altra disabilità che trasmetta tenerezza". Dopo la pioggia di commenti negativi, oltre alla cancellazione del post, è arrivato anche il licenziamento della responsabile dei casting della società, Luana Velliscig. La società, come riporta il Corriere della Sera, si è dissociata dall'annuncio, sottolineando che "il linguaggio gravemente inopportuno e offensivo utilizzato non è stato in alcun modo approvato dalla società di produzione da cui la signora Velliscig ha ricevuto l’incarico di ricerca cast". A scusarsi con tutte le persone con disabilità che si sono sentite offese da questo annuncio è stata, oltre alla Wildside, anche la regista Archibugi che ha dichiarato: "Mi vergogno tantissimo, hanno tutti ragione, né io né la produzione sapevamo niente di questo annuncio. Lo ripeto: mi vergogno e questa è l’unica cosa che posso dire".

NANO TENERO PER FICTION RAI, POLEMICA PER IL CASTING: I COMMENTI (OGGI, 26 MAGGIO 2016) - Anche se subito cancellato, il post per il casting Rai alla ricerca di "ragazzo nano o con altra disabilità che trasmetta tenerezza" ha suscitato molti commenti negativi. Per Max Ulivieri, web designer e social media manager affetto da distrofia muscolare, come riferisce Redattore Sociale, "qui siamo ancora al disabile tenerone/coccoloso/cucciolotto e via dicendo con altre melasse. Tutta la fatica a diffondere la realtà che un disabile vive le passioni, può essere desiderato, sexy, accattivante, figo, gnocca e poi l’unica cosa che si pensa di far trasmettere a un disabile è tenerezza. Ok sarà la storia, sarà la parte che lo richiede e via dicendo. Bè, riscrivila la storia! A noi non piace!”. E il giornalista e scrittore Gianluca Nicoletti ha pubblicato su Youtube un video in cui appare insieme al figlio Tommy, 18 anni, autistico (clicca qui per vederlo). Tra i vari commenti all'annuncio, prima della sua rimozione, è stato pubblicato anche questo, come si legge sempre su Redattore Sociale: "Sarei interessato al ruolo del nano disabile, sono alto 90 cm cagionevole di salute ma non vi muoio sul set giuro. Sono abbastanza disabile e tenero, spesso la gente mi lascia spiccioli e talvolta soldi in carta. Specifico perché potrebbe essere un valore aggiunto, so fare le seguenti facce: tenero, più tenero, pietoso, più pietoso, arrabbiato, più arrabbiato, perplesso, abbastanza perplesso, speranzoso (modestamente, questa espressione è stata studiata attentamente poiché non capita tutti i giorni un nano disabile speranzoso), di sinistra, abbastanza di sinistra, ma non troppo dato il periodo storico...".

© Riproduzione Riservata.