BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SAN FILIPPO NERI/ Santo del giorno, il 26 maggio si celebra san Filippo Neri

San Filippo Neri, è il santo che viene celebrato nella giornata di oggi, giovedì 26 maggio, dalla chiesa cattolica. Nasce il 21 luglio del 1515 nella capitale della Toscana, la sua storia

(InfoPhoto) (InfoPhoto)

SAN FILIPPO NERI, SANTO DEL GIORNO: IL 26 MAGGIO SI CELEBRA SAN FILIPPO NERI - Il 26 maggio si festeggia san Filippo Neri. In origine san Filippo apparteneva ad una famiglia ricca della città di Firenze, il santo nasce il 21 luglio del 1515 nella capitale della Toscana da Lucrezia Soldi e Francesco Neri. Grazie al suo carattere tranquillo e benevolo, san Filippo fu soprannominato "Pippo Buono". Sin da piccolo aveva la buona abitudine di schierarsi verso i più deboli del gruppo. Divenne sacerdote grazie ad una vocazione e scelta personale, infatti rinunciò anche all'ingente eredità di uno zio a lui molto caro, il quale lo aveva ospitato presso la sua casa della città di Cassino. san Filippo non aveva intenzione di condurre una vita da ricchi infatti abbandonò tutto e si trasferì a Roma presso un suo concittadino. Condusse cosi una vita molto riservata. Durante questo periodo fu tentato dal demonio che lo stesso combatteva grazie all'aiuto della preghiera accompagnata dal digiuno. Questi sforzi non furono invani in quanto Dio gli concesse la grazia di non essere più tentato. San Filippo divenne cosi sacerdote. Era al servizio della gente, ma in particolar modo dei poveri, degli indifesi e degli ammalati che molto spesso assisteva e per cui aveva sempre una parola di conforto. Inoltre, il santo era anche a disposizione dei più giovani, per i quali era in continua disposizione per ascoltare i loro problemi e aiutare a risolverli. L'anno 1550 fu proprio l'anno santo e san Filippo insieme alla sua confraternita si prodigò per accogliere 500 pellegrini al giorno. L'anno successivo fù ordinato sacerdote, ed iniziò cosi la sua vita con la confraternita con i quali diede origine all'Oratorio. San Filippo Neri venne messo alla prova più volte dal Signore. Il santo si trovò più volte in momenti tristi e di sconforto, di ribellione da parte di confratelli, ma san Filippo vinceva sempre grazie all'aiuto di Dio. Si prese cura dei malati mentali e proprio per loro realizzò l'Istituto di Santa Maria delle Pietà nella capitale, diventato in seguito un grande ospedale psichiatrico. In seguito Dio lo premiò per la sua umiltà infatti ebbe il dono delle visioni, della profezia e del miracolo. San Filippo venne a mancare all'età di ottant'anni, nella città di Roma precisamente il 26 maggio dell'anno 1595. Ad oggi il santo viene commemorato proprio il giorno che ricorre la sua scomparsa. Sin da subito venne richiesta la sua santificazione. In realtà, il processo di canonizzazione fu avviato il 2 agosto del 1595, anche se la beatificazione avvenne solo il 25 maggio del 1615 ad opera di Paolo V. 

SAN FILIPPO NERI SANTO DEL GIORNO: PROTETTORE DEI GIOVANI - San Filippo Neri rappresenta il protettore dei portieri, dei giovani, degli insegnanti e dei più piccoli. Inoltre, rappresenta il patrono della gioia. San Filippo Neri viene venerato in molte località, tra cui ricordiamo Cerignola, Foggia e Positano. La commemorazione dura circa una settimana, ricca di eventi, di processioni e il tutto si conclude con dei fuochi di artificio. 

I SANTI E I BEATI DEL 26 MAGGIO - Il 26 maggio oltre a festeggiare san Filippo Neri la chiesa cristiana venera anche altri santi tra questi ricordiamo: il monaco San Berengario di Saint Papoul, il martire sant'Andrea Kaggwa, il vescovo e il martire San Desiderio di Vienne, la martire Santa Felissima , il papa e martire Sant' Eleuterio, il vescovo domenicano Beato Andrea Franchi. Si commemora anche il vescovo San Lamberto di Vence, i santi Giovanni Doan Trinh e Matteo Nguyen Van Phuong, il sacerdote Francesco Patrizi da Siena, il vescovo e martire San Pietro Sanz e poi ancora il martire San Pinziano e Santa Maria Anna de Paredes e infine il martire San Prisco.

© Riproduzione Riservata.