BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

STEPCHILD ADOPTION/ A Torino, decide il giudice: il parlamento cosa dice?

InfophotoInfophoto

Nessuno che abbia interpellato i bambini, alla nascita o dopo, se siano contenti di avere de mamme e nessun papà, se gli sia davvero indifferente. Nessuna considerazione prudenziale sul fatto che, non essendo naturale, potrebbe tutto ciò avere conseguenze anche importanti sulle persone, oggi o domani. Questo è terrorismo di retrogradi bacchettoni, naturalmente.

Ma allora, non era più semplice, anziché ingolfare i tribunali già oberati di cause, seguire la Corte, la creatività dei magistrati, che parlano sovente, non bisogna andarli a stanare, e inserire anche l'adozione tout court nella legge approvata? O dovremo credere che i tentativi morbidi di addolcire la pillola sono stati inutili quando non vagamente ipocriti, e ci perdonino tutti quei pochi in buona fede, che credono ancora di avere un ruolo nel paese, anche contro la dittatura dei numeri. 

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
28/05/2016 - complimenti (giuseppe degiovannini)

Ottima analisi. Brava Monica ( come sempre). Era ora che il Sussidiario cominciasse a "punzecchiare" la banda del "pensiero unico" del nostro Governo. Presto, molto presto, non bastera' piu'punzecchiare ma occorrera' coraggio da vendere per sconfiggere la menzogna dilagante. vostro "quotidiano" lettore beppe