BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

PAPA/ Cristiani-zombie e credenti a metà strada? Francesco sta con Giacomo e Filippo

Papa Francesco (Infophoto)Papa Francesco (Infophoto)

E poi i miei preferiti. I "cristiani vagabondi", quelli che camminano, camminano ma non sanno dove vanno. Girano, provano, ritrovano, rivanno, ma in fondo non fanno che percorrere i sentieri senza uscita di un labirinto in cui solo il loro errare conta. Sono quelli che si perdono tutto, nell'ansia di cercare qualcosa che hanno già. La bellezza della compagnia di Dio. 

E infine la categoria maggioritaria, quelli in cui bene o male ci potremmo infilare tutti: "credenti a metà strada". Sono quelli che l'incontro con Gesù l'hanno fatto, ne hanno riconosciuta l'indiscutibile bellezza, senza però seguirla fino in fondo. I credenti a metà sono affascinati dall'idea di Dio, dalla sua proposta, dal suo progetto, ma — esteti del destino — non ne accettano le implicanze. La moralità che sgorga dall'incontro con Cristo non li "prende", troppo faticosa, non cattura. Sono quelli che non avrebbero mai fatto la scelta di Filippo e Giacomo di rimanere sulla "strada giusta" indicata da Gesù, fino a rimetterci la pelle. I cristiani a metà siamo noi quando non ci giochiamo la vita nell'incontro con Cristo. Perché, ha spiegato bene Papa Francesco, "la vita cristiana non è un fascino: è una verità". E' una persona. Gesù Cristo. Molto più difficile da eludere. 

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
04/05/2016 - E credettero ancora in lui (claudia mazzola)

Quando hanno eletto Papa Francesco ero dubbiosa. Ora, ringrazio lo Spirito Santo per averlo scelto.