BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PHILLY JESUS/ Vestito da Gesù con una croce, blocca l'ingresso di un Apple Store

Vestito da Gesù come ama fare da anni un abitante di Philadelphia negli Stati Uniti ha bloccato l'ingresso di un negozio Apple ed è stato arrestato per poi essere rilasciato il giorno dopo

Immagine di archivio Immagine di archivio

A Philadelphia lo conoscono tutti, si chiama Michael Grant, ha 29 anni, ma si fa chiamare Philly Jesus, il Gesù di Philadelphia. Lunghi capelli chiari e barba, veste più o meno come vestiva il Nazareno, va in giro per le strade della città da anni con una croce in mano a predicare la salvezza eterna e anche a volte a battezzare qualcuno. Qualche giorno fa si è piazzato con la sua croce all'ingresso di un negozio della Apple bloccando l'ingresso tanto che è stata chiamata la polizia, ma anche allora ha rifiutato di spostarsi. "Conosco i miei diritti, libertà di religione" ha detto. Ovviamente alla fine è stato ammanettato e portato in carcere, per essere rilasciato il giorno dopo con l'accusa di intralcio al traffico. Appena uscito ha postato su twitter questo messaggio: "Sono libero finalmente sono libero!". In seguito ha postato un secondo messaggio in cui ha accusato di essere perseguitato per la sua fede. A una emittente televisiva ha dichiarato: "Questa nazione si basa sulla libertà di culto e sono libero di andare nei posti pubblici e vestirmi come voglio e di esprimermi nel modo in cui voglio". Ha quindi spiegato che voleva andare nel negozio della Apple per effettuare la ricarica gratuita da 15 minuti del suo cellulare e ha concluso con una battuta: "In carcere mi hanno dato un sandwich al formaggio e dell'acqua, ma li ho trasformati in vino".

© Riproduzione Riservata.