BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SADIQ KHAN/ E papa Francesco, culle vuote e frigoriferi pieni

Pubblicazione:

Sadiq Khan, sindaco di Londra (Foto Wikipedia)  Sadiq Khan, sindaco di Londra (Foto Wikipedia)

L'Europa è presa d'assalto perché qui c'è la pace, qui c'è il benessere, qui c'è una possibilità che ti permette di sperare e quindi di vivere, ma le premesse di tutto ciò ci sono ancora? Se non fossero minacciate, perché il gotha europeo andrebbe dal Papa a chiedergli quell'anima di cui i più avveduti sentono la mancanza? Sicuramente il neosindaco di Londra avrà grande attenzione per la dignità umana, la responsabilità e libertà personale, la sensibilità per rinnovare le fonti energetiche, insomma tutto ciò che mente, cuore, speranza, umanesimo europeo hanno prodotto, ma tutto ciò avrà un futuro se non vengono alimentate da quelle radici che le hanno prodotte? Senza quelle radici la culla d'Europa rimarrà vuota, i rami seccheranno all'aria e non ci sarà primavera.

Per questo il Papa dinanzi al Parlamento europeo di Strasburgo nel novembre del 2014 diceva: "«Cari eurodeputati, è giunta l'ora di costruire insieme l'Europa che ruota non intorno all'economia, ma intorno alla sacralità della persona umana». Se Londra ha un sindaco musulmano significa che l'Europa sa ancora costruire ponti e vuol dire, anche, che quando costruisci ponti le persone li attraversano e casa tua diventa anche casa loro. Ma una casa ha bisogno di un'anima e quindi di un'identità per poter custodire davvero chi la abita. Senza identità non c'è arricchimento ma mera occupazione. E dopo un po' anche la seconda finisce. Benvenuto a Kahn, sindaco di Londra. Gli auguro di essere cittadino di un'Europa che ritorna ad essere madre perché torna a rimettere nella culla il proprio bambino.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
08/05/2016 - commento (francesco taddei)

volete un'europa unica senza stati? eccovela! un sindaco musulmano adulto! l'europa non può essere come gli usa. gli stati nazionali hanno una loro identità e le istituzioni europee devono servire come ponti tra esse, non in loro sostituzione. non può esserci un'identità europea, possono solo esserci tante identità nazionali che collaborano fra loro. vanno dal papa a chiedergli solo un appoggio alle loro idee socialiste. guai se ci fosse un altro discorso come a Ratisbona.