BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MEIN KAMPF / News, polemica su Il Giornale per il saggio in regalo: Parisi, “non c'entra con la mia campagna elettorale” (Oggi, 11 giugno 2016)

Pubblicazione:sabato 11 giugno 2016 - Ultimo aggiornamento:sabato 11 giugno 2016, 18.05

Alessandro Sallusti (Infophoto) Alessandro Sallusti (Infophoto)

MEIN KAMPF, NEWS: POLEMICA SUL REGALO DE IL GIORNALE (OGGI, 11 GIUGNO 2016). PARISI, "NON C'ENTRA CON LA MIA CAMPAGNA ELETTORALE" - La polemica sul Mein Kampf in omaggio oggi con Il Giornale investe anche il candidato sindaco di Milano per il Centrodestra Stefano Parisi. Come riferisce La Repubblica, Parisi risponde a Emanuele Fiano, membro della segreteria Pd, che ha fatto notare che nel capoluogo lombardo Il Giornale "è il principale organo di stampa a sostegno della campagna di Stefano Parisi": "Penso che sia gravissimo che il Pd usi certi argomenti sapendo chi sono io e la mia famiglia". E sull'iniziativa de Il Giornale riguardo alla pubblicazione del Mein Kampf ha aggiunto: "Offende le migliaia di famiglie milanesi e italiane che sono state vittime del nazismo. Qualsiasi ambiguità da questo punto di vista è grave ma la vicenda non ha nulla a che fare con la mia campagna elettorale. È l'iniziativa elettorale di un giornale indipendente che mi supporta ma non è detto che tutte le cose che fa questo giornale siano condivise da me o dalla nostra compagine".

MEIN KAMPF, NEWS: POLEMICA SUL REGALO DE IL GIORNALE (OGGI, 11 GIUGNO 2016). SALLUSTI, "E' UN GUIDA CRITICA PER CAPIRE DOVE SI PUO' ANNIDARE IL MALE" - Risponde alla polemica sul Mein Kampf di Adolf Hitler, in regalo oggi con Il Giornale, il direttore del quotidiano Alessandro Sallusti. Sostenendo che si tratti di “un'edizione commentata per capire dove si può annidare il male”. Sallusti, sull'edizione online de Il Giornale spiega che il 31 dicembre 2015 sono scaduti i diritti d'autore sul Mein Kampf (i diritti erano stati affidati al governatorato della Baviera, che per settant'anni ne aveva vietato la pubblicazione). Lo scorso gennaio l'Istituto di storia contemporanea di Monaco ha deciso di ripubblicare il testo a fini storici in una edizione commentata e lo stesso ha voluto fare Il Giornale in Italia, rieditando il testo originale stampato dalla Bompiani nel 1938. "La guida critica alla lettura - sottolinea Sallusti - è del professore Francesco Perfetti, una delle massime autorità nel campo della storia contemporanea. La sola notizia di questa pubblicazione ha già suscitato polemiche, la maggior parte delle quali legittime e comprensibili, e le preoccupazioni degli amici della comunità ebraica italiana, che ci ha sempre visto e sempre ci vedrà al suo fianco senza se e senza ma, meritano tutto il nostro rispetto. Escludo però che ad alcuno possa anche solo sfiorare l'idea che si tratti di un'operazione apologetica o anche solo furba. Non si gioca su una simile tragedia. Semmai il contrario. Perché, con certi venticelli che soffiano qua e là per l'Europa e in Medioriente serve capire dove si può annidare il male e non ripetere un errore fatale". (clicca qui per leggere tutto)

MEIN KAMPF, NEWS: POLEMICA SUL REGALO DE IL GIORNALE (OGGI, 11 GIUGNO 2016). RENZI, "SQUALLIDO" - Polemica sull'iniziativa de Il Giornale di regalare oggi ai lettori una copia del Mein Kampf di Adolf Hitler. La scelta è stata criticata dalla comunità ebraica italiana, dell'ambasciata di Israele e anche dal premier. Matteo Renzi ha infatti scritto su Twitter: "Trovo squallido che un quotidiano italiano regali oggi il Mein Kampf di Hitler. Il mio abbraccio affettuoso alla comunità ebraica #maipiù" (clicca qui per leggere). Il Mein Kampf, La mia battaglia, è il saggio pubblicato nel 1925 da Adolf Hitler in cui è esposto il suo pensiero politico e il programma del partito nazista. Il direttore de Il Giornale Alessandro Sallusti, riporta l'agenzia di stampa Ansa, ha difeso la decisione di inserire il Mein Kampf come primo volume di una collana a pagamento sul Terzo Reich, sostenendo che le polemiche siano "tutte legittime, alcune comprensibili": "Vogliamo far conoscere l'origine della più grande tragedia del Novecento condannando nella maniera più assoluta un'ideologia su cui il nostro giudizio è chiarissimo". Ma il presidente dell'Unione delle Comunità ebraiche italiane, Renzo Gattegna, ha definito l'operazione commerciale "indecente": "Un fatto squallido, lontano anni luce da qualsiasi logica di studio e approfondimento della Shoah". E fonti dell'ambasciata israeliana a Roma hanno riferito sempre all'Ansa: "Se ce lo avessero chiesto avremmo consigliato di distribuire libri molto più adeguati per studiare e capire la Shoah".



© Riproduzione Riservata.