BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SANT’ONOFRIO/ Santo del giorno, il 12 giugno si celebra sant’Onofrio

Pubblicazione:domenica 12 giugno 2016

(InfoPhoto) (InfoPhoto)

SANT’ONOFRIO, SANTO DEL GIORNO: IL 12 GIUGNO SI CELEBRA SANT’ONOFRIO - Il 12 giugno si festeggia la ricorrenza di sant'Onofrio Eremita o Anacoreta (possiamo trovarlo affiancato da tutte due i termini). Sulla sua vita non troviamo molte certezze, ma la leggenda dice che fosse figlio di un re persiano vissuto nel V secolo. Il luogo e la data di nascita sono inesistenti, si conosce solo approssimativamente la data della morte che dovrebbe essere avvenuta attorno al 400. Il nome è di origine egizia e vuol dire "che è sempre felice" appellativo che veniva dato a Osiride. Dopo aver vissuto in un monastero della Tebaide con altri monaci, sentì che la fede aveva bisogno di solitudine per raggiungere l'apice, così si recò nel deserto ove visse per più di settant'anni, nutrendosi di sole erbe selvatiche e vivendo in una caverna. Queste frammentarie notizie ci giungono da uno scritto che il monaco Pafnuzio, dedicò alla vita del santo. Pafnuzio sosteneva di averlo conosciuto proprio nel deserto e, dopo aver assistito alla sua morte, di averlo seppellito in un'oasi. Sembra che il monaco volesse diventare lui stesso eremita , prendendo il posto di sant'Onofrio alla sua dipartita, ma il santo gli impose di tornare alla civiltà per raccontare a tutti la sua vita da anacoreta. Fedele alla parola data, Pafnuzio scrisse "La vita" del santo e proprio dal suo scritto iniziò a diffondersi il culto di sant'Onofrio in Asia minore e in Egitto. La sua immagine è quella di un uomo molto vecchio e scheletrico, completamente nudo e ricoperto solo dai lunghi capelli. 

SANT’ONOFRIO SANTO DEL GIORNO: FESTE A LUI DEDICATE In Italia viene festeggiato in particolar modo in Sicilia, ma lo troviamo anche in Liguria e nel Ternano. Una delle feste più importanti e sentite è quella di Palermo di cui sant'Onofrio è protettore e co-patrono. La città ospita anche la Confraternita di sant'Onofrio che gestisce la chiesa a lui dedicata e organizza la festa in suo nome. L'11 sera, dopo il Rosario e la Santa Messa, si tiene un concerto di musica sacra. Il 12 giugno si effettua la processione col forcolo di sant'Onofrio. Durante la processione suona la Banda. I palermitani lo chiamano, in modo affettuoso, "Santu Nofriu ù piluso" ossia "Sant'Onofrio il peloso" proprio per la sua lunga capigliatura. Questa sua caratteristica la ritroviamo anche in una preghiera a lui dedicata in dialetto siciliano. A Casalvecchio il culto di questo santo è molto antico: se ne parla in un documento rilasciato da Ruggero II nel 1116. Qui per tradizione il 12 giugno si svolge soltanto la processione mentre la festa vera e propria che dura una settimana e racchiude tantissimi eventi, inizia la seconda domenica di settembre. Questo santo è considerato anche protettore delle donne che cercano marito e delle persone che hanno perso degli oggetti. 

I SANTI E I BEATI DEL 12 GIUGNO - Il 12 giugno si festeggiano anche: Beato Guido da Cortona, San Basilide, San'Eschillo, Beata Florida Cevoli, San Gaspare Luigi Bertoni, San Leone III, Beato Lorenzo Maria Salvi, Beata Mercedes Maria di Gesù, Sant'Odolfo e San Placido di Ocre.



© Riproduzione Riservata.