BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ULTIME NOTIZIE / Oggi, ultim'ora: strage di Orlando, l'attentatore faceva parte dell'Isis (oggi, 13 giugno 2016)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, 13 GIUGNO 2016 (ULTIM'ORA): OMAR MATEEN APPARTENEVA ALL'ISIS - Omar Mateen, l'uomo che ha ucciso 49 persone a Orlando in Florida, apparteneva all'Isis. Lo fa sapere la polizia americana, dopo che fino ad adesso si era parlato di strage per motivi omofonici. Il procuratore federale ha anche detto che ci sarebbero indagini in corso su altre persone, coinvolte nella strage. Sempre secondo le autorità americane, l'assassino sarebbe stato due volte in Arabia Saudita, nel 2011 e nel 2011. Nel 2013 Mateen era stato segnalato all'Fbi da alcuni colleghi preoccupati per le sue dichiarazioni fondamentaliste. Gli agenti lo avevano interrogati ben tre volte, per sospetti legami con il terrorismo. Nonostante questo ha potuto comprare le armi con cui ha compiuto la strage.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, 13 GIUGNO 2016 (ULTIM'ORA): DE BENEDETTI CHIESTI SEI ANNI DI CARCERE - Morte per esposizione ad amianto nelle aziende Olivetti: l'accusa ha chiesto sei anni e otto mesi di carcere per Carlo De Benedetti, motivazione omicidio colposo e lesioni. Chiesti tre anni e sei mesi per Corrado Passera, 3 anni e 4 mesi per Camillo Olivetti, 6 anni e 4 mesi per Franco Debenedetti. E' stata invece chiesta l'assoluzione per Roberto Colaninno, accusato di un solo caso di lesioni. Chiesta l'assoluzione anche per  Onofrio Bono mentre la posizione di Maria Luisa Ravera, ex responsabile del servizio Ecologia e Ambiente dell'azienda, quest'ultima per gravi motivi di salute dell'imputata.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, 13 GIUGNO 2016 (ULTIM'ORA): PAPA FRANCESCO, BASTA SANZIONI CONTRO LA SIRIA - Papa Francesco, primo pontefice a farlo, si è recato stamane in visita al World Food Program, la sede del programma alimentare dell'ONU a Roma. Come sempre con lui poche parole di circostanza e invece dure accuse. "Iraq, Yemen, Siria, Sudan. Perché gli Stati impediscono la distribuzione degli alimenti nelle zone di guerra, arrivando anche alla violazione dei principi e delle direttive più basilari del diritto internazionale, la cui vigenza risale a molti secoli fa, mentre non accade la stessa cosa con le armi? Perché il traffico di armi viene tollerato, quasi favorito, mentre gli aiuti alimentari o sanitari passano sempre in secondo piano" ha chiesto, polemizzando con le inutili sanzioni come quelle contro la Siria che fanno soffrire un popolo martoriato dalla guerra e invece il traffico d'armi si permette. “Urge de-burocratizzare tutto quanto impedisce che i piani di aiuti umanitari realizzino i loro obiettivi” ha aggiunto.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, 13 GIUGNO 2016 (ULTIM'ORA): WINGSUIT, ITALIANO MUORE SUL MONTE BIANCO - E' morto dopo essere lanciato da quota 3800 metri, sulla montagna Aiguille du Midi a Chamonix in Francia. Dario Zanon, italiano, 33 anni, specialista di lanci con tuta alare, noto in tutto il mondo per la sua attività di wingsuit, si è schiantato sul ghiacciai di Bossons sul Monte Bianco a quota 2000. E' stata la fidanzata a dare l'allarme quando ha perso ogni contatto con lui, al momento non sono ancora chiare le dinamiche del gesto. Come ogni sportivo impegnato nel wingsuit, uno sport dove ci si lancia da grandi altezze indossando una tuta alare simile alla membrana di un pipistrello, la sua tuta era dotata di dispositivo gps che ne permette la tracciabilità ma per motivi non chiari il dispositivo ha segnalato l'atterraggio senza dare l'allarme.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, 13 GIUGNO 2016 (ULTIM'ORA): STRAGE DI ORLANDO, LE PAROLE DI TRUMP - Quando è che diventeremo intelligenti, forti e vigilanti? si è chiesto il candidato repubblicano Donald Trump dopo la strage di ieri in un locale frequentato da omosessuali n Florida. Trump non ha perso occasione per accusare Obama e Hillary Clinton di quella che ha definito incapacità di difendere i cittadini americani, ma soprattutto ha rispolverato uno dei cavalli di battaglia che gli hanno permesso di stravincere le preliminarie del suo partito: "Sui musulmani avevo ragione io" ha detto, riferendosi ai suoi proclami di non accettare migranti islamici negli Usa e anzi di cacciarli via tutti. Ha anche rimproverato Obama per non aver in nessun modo legato la strage, compiuta da un islamico, al terrorismo musulmano chiedendo le sue dimissioni così come chiedendo alla Clinton di ritirarsi dalla corsa presidenziale per non avere neanche lei pronunciato le parole "islam radicale". Il mio impegno è di salvare vite umane, ha aggiunto, non possiamo più permetterci di essere politicamente corretti.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, 13 GIUGNO 2016 (ULTIM'ORA): STRAGE OMOFOBA IN AMERICA -  È di fatto la strage più sanguinosa della storia americana, quella che nella nottata americana ha colpito la comunità gay di Orlando in Florida. 50 morti e 53 feriti, alcuni di questi in gravissime condizioni questo il bilancio finale. L’aggressore Omar Mateen, una guardia giurata, è stato anch’esso ucciso, dopo uno scontro a fuoco con le "teste di cuoio" americane, immediatamente intervenute. Il blitz della polizia si è reso necessario in quanto l’assassino si era barricato all’interno del locale, una discoteca gay, e teneva in ostaggio oltre 30 persone, probabilmente destinate a morte sicura. L’attacco ben preparato, è scattato dopo la visione d parte dell’assassino di un bacio tra due omosessuali della zona. La strage era stata sicuramente preparata in anticipo, stante il brillamento di un ordigno esplosivo ritrovato fuori dalla discoteca, ordigno che doveva fare strage tra i soccorritori, ma che è stato individuato dai "cani anti bomba" e fatto brillare. L’accurata pianificazione lascia aperte tutte le piste, anche quelle terroristiche. Solidarietà è stata espressa dal Presidente Obama, egli subito informato dell’entità della strage, ha espresso la "sua vicinanza nei confronti dei familiari delle vittime".

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, 13 GIUGNO 2016 (ULTIM'ORA): ESPLOSIONE NEL CENTRO DI MILANO - È probabilmente da ricondursi ad una fuga di gas, l’esplosione che stamani verso le 9 ha letteralmente sventrato un palazzo della periferia di Milano. L’esplosione che ha interessato una palazzina in via Brioschi ha causato 3 morti e 9 feriti, tra di esse due ragazzine di 7 e 11 anni che sono state ricoverate in gravi condizioni, con buona parte del copro interessate da ustioni che i sanitari definiscono "importanti". I vigili del fuoco accorsi in forze hanno isolato la zona, la scena che si è presentata ai loro occhi è stata raccapricciante, e assomigliava ad una "scena di guerra". Il sindaco Pisapia ha emesso l’ordinanza di "lutto cittadino", non prima di aver firmato l’ordinanza di sgombero per oltre 40 persone, nelle cui residenze sono effettuati controlli statici.   
ULTIME NOTIZIE DI OGGI, 13 GIUGNO 2016 (ULTIM'ORA): NON SI PLACANO LE POLEMICHE DOPO GLI SCONTRI DI MARSIGLIA - Polemiche altissime dopo gli scontri prima di Inghilterra – Russia, partita dell’europeo che ha visto in scena il ritorno dei famigerati Hooligans inglesi. Le critiche interessano la gestione dell’ordine pubblico, accusato di non aver controllato l’ingresso nella cittadina francese dei tifosi, tifosi che poi hanno letteralmente messo a ferro e fuoco la cittadina. Critiche anche per l’’UEFA che ha scelto Marsiglia, città storicamente "calda" come sede di una partita giudicata ad "altissimo rischio". In queste ore inoltre gli investigatori stanno cercando di capire come le autorità inglesi, abbiano concesso il nullaosta ad oltre 1000 tifosi, il cui "Daspo" era scaduto il 1 Giugno, sono molti in questo contesto a chiedersi se non fosse stato meglio estendere il divieto, almeno fino alla fine della rassegna iridata.
  
ULTIME NOTIZIE DI OGGI, 13 GIUGNO 2016 (ULTIM'ORA): EURO 2016, PRONTA L'ITALIA ANTI BELGIOGli azzurri hanno lasciato il ritiro di Montpellier per trasferirsi a Lione, cittadina nella quale domani esordiranno contro il Belgio nella rassegna iridata. I dubbi della formazione sembrerebbero svaniti, con Conte orientato a schierare sulle fasce Darmian e Candreva, e in avanti la coppia Eder – Pellè. Importante la partecipazione dei tifosi, che già oggi alla partenza della squadra hanno manifestato la loro vicinanza, una squadra al cui interno l’ottimismo va via via salendo, anche in virtù delle non "perfette prove" offerte dagli avversari diretti nelle prime uscite, di quello che sembra uno degli europei più "equilibrati" della storia.


© Riproduzione Riservata.