BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CARLA CAIAZZO / Bruciata dall'ex, news: il calvario della neo mamma, tra visite ed operazioni chirurgiche (Quarto Grado, oggi 17 giugno 2016)

Carla Caiazzo, ultime news: la giovane mamma bruciata dall'ex compagno torna a sorridere grazie all'intervento della Regione Campania che sosterrà le cure mediche.

Carla Caiazzo Carla Caiazzo

La storia di Carla Caiazzo sarà affrontata stasera nel corso della trasmissione Quarto Grado. L'incubo per la neo mamma 40enne non è ancora finito in quanto la strada che le si prospetta, come riportato su Il Mattino nella versione online, appare ancora tutta in salita. La donna, infatti, dopo aver subito finora oltre dieci interventi di chirurgia plastica per far fronte alle drammatiche conseguenze delle ustioni provocate dall'aggressione del suo ex, dovrà affrontare un nuovo periodo molto delicato. I successivi 15 giorni li trascorrerà in ospedale dove è tornata in seguito ad alcune complicazioni relative alle medicazioni delle ustioni. Successivamente ad attenderla ci saranno altri interventi chirurgici ed un lungo periodo di riabilitazione non solo medica ma anche psicologica. Il tutto, ovviamente, comporterà degli ampi costi ma fortunatamente da questo punto di vista è giunta nei giorni scorsi una buona notizia: la Giunta regionale ha approvato la costituzione di un fondo per coprire le spese per le donne vittime di violenza. In merito ha commentato l'avvocato di Carla Caiazzo: "Sui casi di femminicidio auspichiamo un intervento più serio da parte dello Stato. Intanto Carla ha bisogno dell'aiuto di tutti".

Dall'incontro con il pm che si è svolto ieri in ospedale, Carla Caiazzo, la mamma di Pozzuoli bruciata dall'ex compagno lo scorso febbraio, ha aggiunto particolari importanti raccontando quanto accaduto nei tragici momenti dell'aggressione e facendo emergere la tesi della premeditazione di Paolo Pietropaolo. Secondo quanto riportato da Il Mattino online, le indagini sarebbero ormai sempre più vicine ad una conclusione e non è escluso che i pm chiedano prossimamente il giudizio immediato, saltando così l'udienza preliminare. La difesa di Paolo, intanto, aveva puntato sull'assunzione di farmaci da parte del loro assistito, ipotizzando quindi un loro condizionamento nel momento della violenta aggressione a scapito di Carla Caiazzo. Per tale ragione questa mattina è stato nominato uno psichiatra che valuterà le reali condizioni di Pietropaolo. Ricordiamo che Carla Caiazzo - la cui storia sarà oggi centrale nel corso della nuova puntata di Quarto Grado - è viva per miracolo nonostante le gravi ustioni. Al momento dell'aggressione era incinta all'ottavo mese ma fortunatamente la bambina, fatta nascere col parto cesareo, sta bene dopo aver superato i primi disperati momenti.

Nel pomeriggio di ieri, Carla Caiazzo, la giovane donna e mamma bruciata dall'ex compagno Paolo Pietropaolo lo scorso febbraio sebbene fosse incinta all'ottavo mese, è stata nuovamente sentita dai pm Raffaele Falcone e Clelia Mancuso. A riportarlo è stato il quotidiano Il Mattino versione online, che ha specificato come la 40enne sia apparsa decisamente più lucida e sicura. La donna avrebbe riportato nuovi dettagli clamorosi sul giorno dell'aggressione da parte dell'ex compagno e quello relativo alla dinamica sembrerebbe contemplare l'ipotesi della premeditazione. Quello di ieri è stato il secondo incontro con i pm dal giorno in cui Pietropaolo la convinse a vedersi per poi darla in pasto alle fiamme. Carla Caiazzo ora è nuovamente in ospedale dove vi resterà ancora per alcuni giorni, dopo essere tornata per appena due giorni in casa dove oltre alla famiglia ha potuto rivedere la piccola bambina nata con il parto cesareo dopo l'atroce aggressione. Dopo essere stata bruciata dall'ex, la donna ha subito diversi interventi di chirurgia plastica per cercare di far fronte alle drammatiche conseguenze delle ustioni. La storia di Carla Caiazzo tornerà centrale questa sera, nel corso della nuova puntata della trasmissione di Rete 4, Quarto Grado.

, la giovane mamma di Pozzuoli vittima della violenza dell'ex fidanzato Paolo Pietropaolo, bruciata mentre era al termine della gravidanza (fortunatamente giunta al termine senza danni per la bambina), continua a lottare. La giovane donna di 40 anni ad oggi ha già superato circa una decina di interventi chirurgici al fine di ridurre i tragici effetti delle ustioni presenti su tutto il corpo. Per la donna, questo è un momento particolarmente delicato, sebbene abbia avuto recentemente due motivi importanti per i quali sorridere. Il primo è stato poter rivedere nuovamente la sua bambina (nata col parto cesareo) grazie alla possibilità di poter tornare a casa per due giorni lasciando così il centro Ustionati del Cardarelli. La gioia è però durata poco in quanto Carla Caiazzo, come riporta Il Corriere del Mezzogiorno, in seguito ad alcuni problemi con le medicazioni delle ustioni è stata costretta a far ritorno in ospedale nel quale dovrà restare ancora per alcuni giorni. In un momento di forte dolore (la donna al momento ha difficoltà anche solo a tenere in braccio la bimba di pochi mesi) si sono aggiunge anche le problematiche economiche legate al costo dei numerosi interventi ai quali Carla Caiazzo dovrà ancora sottoporsi ed alle cure. Questo avrebbe spinto il suo avvocato, Maurizio Zuccaro, a fare una sottoscrizione sul medesimo quotidiano, mirata alla raccolta di fondi utili a sostenere la causa di una delle tante vittime di violenza. Ed ecco giungere quasi inaspettatamente la seconda buona notizia per la donna bruciata dall'ex compagno. La Regione Campania ha deciso di approvare la costituzione di un fondo per coprire le spese sanitarie e socio-sanitarie per le donne vittime di violenze. Un ottimo punto di partenza, anche psicologico e morale, per Carla Caiazzo e per tutte le donne che come lei si sono trovate in una situazione simile di dolore e sofferenza e che ora potranno finalmente riuscire a pagare senza difficoltà i farmaci che il servizio sanitario non poteva finora coprire. Il caso di Carla Caiazzo sarà centrale nel corso della nuova puntata di stasera all'insegna della trasmissione Quarto Grado, con gli ultimi aggiornamenti anche in merito all’aspetto prettamente giudiziario.

© Riproduzione Riservata.