BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

LA PASSERELLA DI CHRISTO/ Camminare sul Lago d'Iseo, bellezza per tutti

Veduta dell'installazione (Foto da quotidiano.net) Veduta dell'installazione (Foto da quotidiano.net)

Il contesto che ci viene dato è quello che è lì da sempre. Quello di un lago considerato minore rispetto al Lario (qui non ha mai avuto la villa George Clooney), al Verbano e al Benaco, con la sua isola lacustre più grande in Europa e, appesi ad essiccare, i pesci poveri che l'arte della cucina locale sa rendere gustosissimi. Il contesto di un mondo bresciano di cui sappiamo i cliché come l'industria del tondino,  le cave di granito, la fobia dei forestieri, l'asprezza scostante di una lingua semi-incomprensibile in cui le consonanti sono tutte ridotte al rantolo di un'aspirazione gutturale. E invece no, non è tutto qui. Questo mondo irsuto e ruspante ha aperto le porte alla bellezza inventata da Christo per riscoprire e far scoprire la bellezza del proprio mondo, come non hanno saputo o voluto fare in nessun'altra parte del mondo, a cominciare dai giapponesi che ne hanno fatto solo una questione di esclusiva dei diritti televisivi, altrimenti grazie tante ma non ci interessa.

Teo e signora sono andati all'incontro con l'"unico" in treno: fino a Brescia vai come una lippa; la Brescia-Iseo-Edolo corre un po' meno, e a un certo punto… il convoglio s'è fermato. Troppa gente, troppo casino. I due hanno percorso un tratto supplementare a piedi, scoprendo di trovarsi a percorrere la storica Via Valeriana… Perché anche gli imprevisti, se vivi la giornata con apertura e non con un metro preconcetto che scarta le cose a priori, sono una gran ricchezza. E peccato per quelli che s'incazzano per un minuto di coda e così si perdono il meglio.

Domani a Sulzano-Montisola voglio andarci anch'io. 

PS. Davvero affluenza record domenica al Floating Piers. Una passerella così verso i seggi forse avrebbe fatto salire la percentuale dei votanti alle amministrative e migliorato democrazia in Italia. Ma calma, una roba per volta. Se la gente è attratta dalla bellezza, è lo è, prima o poi potrà essere attratta anche dalla politica. Pardon: dalla buona politica. Il viceversa non datur.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
21/06/2016 - Ponte di Christo (Olga Sabattoli)

Bellissimo questo articolo. Condivido pienamente iil ritratto di "noi bresciani", siamo proprio così. La nostra è una provincia molto grande e molto bella, abbiamo una varietà di paesaggio incredibile, passiamo dai ghiacciai dell'Adamello alle risorgive della pianura (la bassa bresciana), ci manca solo il mare, ma in poco più di due ore possiamo raggiungerlo, purtroppo non ce ne rendiamo conto. Io purtroppo non so se riuscirò ad andare sulla passerella, ma ringrazio per questo evento perché tutto il mondo in questi giorni ha l'opportunità di conoscere il nostro territorio. Grazie.