BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SAN PAOLINO/ Santo del giorno, il 22 giugno si celebra san Paolino

Pubblicazione:

(InfoPhoto)  (InfoPhoto)

SAN PAOLINO, SANTO DEL GIORNO: IL 22 GIUGNO SI CELEBRA SAN LUIGI GONZAGA - Ogni 22 giugno si celebra san Paolino. E' patrono dei giardinieri e dei campanari: si dice che al ritorno delle reliquie del santo a Nola, nel 1909, le campane suonarono da sole. Nacque a Bordeaux nel 365 da una famiglia romana patrizia. Le influenti conoscenze incentivarono la sua carriera politica, divenendo "consul suffectus" e governatore della Campania. Durante un viaggio in Spagna conobbe Therasia, una bella donna cristiana che, insieme alle amicizie con Agostino di Ippona e con Ambrogio, vescovo di Milano, fu l'artefice della sua conversione. Infatti all'età di 35 anni san Paolino fu battezzato nella chiesa di Bordeaux. Ma la tragica morte prematura del figlioletto Celso segnò la sua vita e gli sposi votarono la propria esistenza totalmente a Dio. San Paolino donò tutti i suoi beni ai poveri e si trasferì con la moglie in Catalogna. La sua vita dedicata agli altri, gli valse l'amore del popolo che alla messa di Natale, del 393 a Barcellona, chiese a gran voce al Vescovo della città di ordinarlo sacerdote. San Paolino accettò dicendo: " voce di popolo, voce di dio".
Si recò poi a Nola dove c'era la tomba di San Felice martire: in suo onore fece costruire un santuario, chiostri per l'accoglienza dei pellegrini devoti del santo e un monastero nel quale si ritirò assieme alla moglie e ad altri amici, dedito agli indigenti e alla preghiera. Fù ordinato vescovo di Nola nel 409. Ma l'arrivo dei vandali e dei visigoti in Italia portò morte e distruzione. Nola fu devastata e molti furono fatti prigionieri. Per ottenere la loro libertà san Paolino offrì ricchezze e se stesso. Fu infatti portato come prigioniero in Africa dove divenne giardiniere per il suo padrone, al quale san Paolino profetizzò la morte del suo re. Al che venne interrogato e il padrone, scoperta la sua vera identità di san Paolino, gli promise qualsiasi cosa. San Paolino chiese la libertà propria e di tutti i nolani e la ottenne. Tornò a Nola via mare e fu accolto dai fedeli che recavano gigli in mano. Morì nel 431 a 76 anni. 

SAN PAOLINO  SANTO DEL GIORNO: FESTE A LUI DEDICATE - San Paolino è patrono e compatrono in molte città d'Italia. Senigallia festeggia san Paolino il 4 maggio, con celebrazioni eucaristiche, processioni e una lotteria di beneficenza. Sutera lo festeggia il martedì dopo Pasqua ("il pasquone"); le reliquie conservate in ricchi "casci" del XV vengono portate in processione tra le stradine del borgo, il cui santuario si trova su una panoramica rocca, da cui i saturesi omaggiano San Paolino suonando le campane. E' festeggiato a Nola dove si tiene la famosa "festa dei gigli", in ricordo del ritorno di san Paolino in città dalla prigionia. Una festa dichiarata dall'UNESCO "patrimonio orale e immateriale dell'umanità". Si costruiscono i "gigli": otto strutture piramidali di legno (ciascuna per ogni corporazione di arti e mestieri) alte più di 20 metri, decorati con motivi religiosi e storici e portate in spalla dai "cullatori". Una barca accompagna i gigli in ricordo dello sbarco del santo. 

Nola fu fondata, a nord del Vesuvio, dagli ausoni nel VII a.C.. Qui vi morì il primo imperatore di Roma, Ottaviano Augusto. I romani hanno lasciato testimonianze nell'"anfiteatro laterizio" del I a.C., dove oggi si tiene la via crucis della città. Il duomo di Nola ha perso il suo stile gotico a causa di un incendio del 1861: oggi ha uno stile semplice e nella cappella di San Felice si tiene il rito della "sacra manna". Oltre all'interessante Museo Diocesano, imperdibile il Museo Storico-Archeologico chiamato "la Pompei della preistoria", per la quantità di reperti rinvenuti, tra cui un villaggio preistorico. Dalla storia alla modernità del centro commerciale "Vulcano Buono" esteticamente simile al Vesuvio che soddisfa ogni esigenza di svago dei cittadini. 

I SANTI E I BEATI DEL 22 GIUGNO - Il 22 giugno si celebrano anche: San Giovanni Fisher, San Tommaso Moro, Santi Giulio e Aaron martiri, Sant'Eusebio vescovo di Samosate, San Flavio Clemente, Beata Maria lhuillier, Sant'Albano, Beato Innocenzo V Papa Domenicano, il vescovo San Niceta di Ramesiana.



© Riproduzione Riservata.