BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

DONNE PER I MIGRANTI / Pagina Facebook cerca ragazze per incontri con i rifugiati: “abbiamo tutti esigenze" (oggi, 27 giugno 2016)

Donne per i migranti, la pagina Facebook shock: cerca ragazze per incontri con i migranti, bufera in Trentino Alto Adige. "Abbiamo tutti le stesse esigenze", polemiche e ultime notizie

Migranti (Infophoto)Migranti (Infophoto)

È bufera in Trentino Alto Adige per il seguente annuncio: “mi offro per cercare donne per i migranti”. Il post, apparso su un blog e poi su Facebook di uno street worker altoatesino ha e sta suscitando polemiche a non finire dopo una prima fase di reclamo ironica e presa alla leggere. Nella regione non sono certo pochi i migranti che nel corso delle ultime due stagioni sono arrivati sia dal confine austriaco che dal resto d’Italia con l’intenzione di superare la frontiera e andarsene in altri Paesi Europei. Ma il blogger è stato bersagliato su Facebook per questo strano annuncio: la difesa è quasi ingenua, «beh, tutti noi abbiamo le nostre esigenze». Apriti cielo. Dopo aver lasciato anche il proprio numero di telefono per chi avesse desiderato incontrarsi con i migranti, arrivano prese di posizioni dure da parte del mondo politico altoatesino, con echi anche a livello nazionale. «Per carità, ognuno fa quel che vuole, ma il messaggio che in Alto Adige i migranti possano avere tutti, senza guadagnarselo non deve passare. E, non per ultimo, mi sembra veramente un colpo basso ai diritti ed al valore della donna», racconta Massimo Bessone della della Lega Nord all’Ansa. Vanno forse distinti i problemi: sono uomini questi ragazzi che sono arrivati in massa in Trentino come in mezzo mondo occidentale? Sì, allora come tutti avranno desideri interessi e voglia di incontrare, non solo per fini diciamo così “intimi”, il gentil sesso ma perché è strutturale nell’uomo, come al contrario nella donna, il desiderio di incontrare l’altro. Specie, dopo una situazione difficile e terrificante come quella dei paesi d’origine da dove arrivano molte volte i migranti, magari dopo viaggi di uno o due anni. Altra cosa è puntare un verso e proprio “sito di incontri” e “merce da donare” ai rifugiati con donne altoatesine: un po’ di cattivo gusto e un molto poco tatto per una quesitone molto delicata, questo si poteva proprio fare attenzione. Ma il problema resta aperto sia per il blogger, sia per tutti i siti di incontri e sia per le donne in sé: un problema di dimensioni molto più larghe e altre della singola storia, pur particolare che sia, riguardate la proposta shock sui social.

© Riproduzione Riservata.