BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SECOND WIFE / Video, il social per incontri poligami: ecco perché dovrebbe essere fermato (oggi, 27 giugno 2016)

Second Wife, il sito per poligami irrompe in rete e il suo fondatore ne parla con la massima naturalezza. Cosa si può fare per chiudere un progetto del genere? Il web si ribella.

Second Wife, il social per poligamiSecond Wife, il social per poligami

Internet delle volte fa veramente paura, e con Second Wife si arriva ad un livello incredibile. Per quello che non si conosce, per ciò che sotto (sotto) può nascondere e per le cose che quotidianamente "partorisce". Un ragazzo britannico ha fondato da poco un sito d'incontri poligami decisamente discutibile, almeno questo è ciò che pensa grande parte dell'opinione pubblica sull'argomento. Una scelta non proprio civilissima che dovrebbe essere fermata anche con una certa immediatezza. Se i social network nascono con uno spirito di aggregazione che si è sfortunatamente perduto nel corso degli anni, più passa il tempo più la rete viene usata in maniera inappropriata. Basti pensare all'Isis, giusto per fare un esempio brutto e agghiacciante del mondo attuale, dove uomini agiscono e diffondono odio e morte anche attraverso internet. L'ultima notizia del giorno arriva dall'Inghilterra, impelagata peraltro, dai suoi "problemi" legati all'abbandono dell'Europa che tutti conosciamo. Arriva da Londra il social network per i mariti che vogliono una seconda moglie: "senza cadere nella prostituzione, come fanno gli occidentali". Un perbenismo tradizionale travestito spudoratamente da altro. Questo spiega il suo fondatore attraverso le numerose interviste rilasciate nel corso delle precedenti giornate. Azad Chaiwala è il nome del suo fondatore, 33 anni, occhiali da vista, barba lunga che, con atteggiamento sicuro spiega il perché del social attraverso un breve video su YouTube con un inglese mixato con il musulmano. La pagina Facebook dell'uomo conta già 40mila iscritti mentre tra secondowife.com e il suo secondo sito, polygamy.com si arriva a quota 42mila. Probabilmente che la poligamia sia reato in Inghilterra per l'uomo non sembra rappresentare un problema visto che:  “Non promuovo un atto illegale. L’islam consente di sposare fino a 4 mogli”, ha risposto su Twitter. Intervistato dal Daily Mail ha affermato: "L’uomo vuole più partner: perché dovrebbe essere un problema?", anche la moglie sembra non essere esattamente d'accordo: "Non esiste al mondo una sola donna disposta ad accettare volentieri una simile scelta da parte del marito: anche nel Corano se ne parla". (Cliccate qui per visionare il video di presentazione).

© Riproduzione Riservata.