BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VACCINO & AUTISMO / Sentenza Tar: lo Stato deve risarcire il ragazzo entro due mesi (Oggi, 27 giugno 2016)

Pubblicazione:

Immagini di repertorio  Immagini di repertorio

VACCINO & AUTISMO, LA SENTENZA DEL TAR CHE IMPONE AL MINISTERO DELLA SALUTE MAXI RISARCIMENTO ALLA FAMIGLIA DEL RAGAZZO (ULTIME NOTIZIE, OGGI 27 GIUGNO 2016) - Clamorosa sentenza del Tar in merito al caso di un ragazzo autistico di Agrigento che nel 2000 fece il vaccino tetravalente, ovvero contro difterite, tetano, pertosse ed epatite B. Quattordici anni dopo, il Tribunale Civile aveva riconosciuto un legame tra il medicinale e la malattia del ragazzo riconoscendo alla famiglia un danno di 250 mila euro mai pagato dallo Stato. Ora, come riporta "TgCom24", il Tar ha imposto al ministero della Salute il pagamento del risarcimento riconosciuto al ragazzo autistico. Nel caso in cui la sentenza non dovesse venire rispettata, vi sarà un commissariamento ad acta. Il risarcimento (comprensivo degli interessi), dovrà essere liquidato entro i prossimi due mesi. Come riporta il quotidiano "La Repubblica" nella versione online, la sentenza del Tar che riapre la questione di un presunto collegamento tra vaccino ed autismo, rappresenta un "nuovo schiaffo alla scienza". Un collegamento tra autismo e vaccini era stato ipotizzato da uno studio inglese nel 1998, pubblicato dal Lancet ma successivamente ritirato poiché basato su pochi pazienti. Per la scienza, dunque, non esisterebbe alcun collegamento, eppure di casi ancora aperti ce ne sarebbero, come quello del ragazzo di Agrigento. Le polemiche in atto sull'argomento, in concomitanza con il calo delle malattie coperte dai vaccini, ha portato anche ad un abbassamento della prevenzione. Nel 2014, l'Italia ha toccato i livelli di adesione più bassi di sempre, collocandosi addirittura sotto la soglia di sicurezza, ovvero il 95% di copertura, per i così detti obbligatori. Gli altri si attestano al massimo all'85%, come nel caso del trivalente per morbillo, parotite e rosolia. Sebbene i vaccini non siano sicuri al 100%, portando molto raramente a provocare la stessa malattia che dovrebbero invece prevenire, la scienza mondiale escluderebbe tra le sue complicanze altre malattie tra cui l'autismo.



© Riproduzione Riservata.