BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

KAITANGATA / La cittadina in Nuova Zelanda senza disoccupazione: il sindaco vuole vivacizzare la sua piccola cittadina (oggi, 30 giugno 2016)

Kaitangata, la cittadina in Nuova Zelanda senza disoccupazione: ci sono più posti di lavoro che residenti, lo strano caso e l'appello per nuovi lavoratori da importare nelle industrie

Nuova Zelanda (Foto: LaPresse)Nuova Zelanda (Foto: LaPresse)

In un periodo in cui si lotta costantemente con la mancanza di posti di lavoro, fa molto suggestione quello che sta accadendo nella piccola cittadina di Kaitangata in Nuova Zelanda. Una cittadina di sole 800 anime e nella quale sono disponibili circa 1000 posti di lavoro. Il sindaco ha lanciato un appello teso a vivacizzar la cittadina proponendo case a prezzi molto bassi e la sicurezza di un posto di lavoro:”Ho visto la disperazione sul volto delle famiglie per il modo in cui sono costrette a vivere. Ad Auckland per molti avere una casa di proprietà è diventato un sogno impossibile. Per un sacco di gente la vita in Nuova Zelanda è solo uno sgobbare senza fine. E questo mi rattrista. Allora perché non venire qui dove c’è la possibilità di trovare un lavoro, una casa e una vita? Nulla è perduto”. Per gli interessati non resta che prendere maggiori informazioni presso l’ambasciata neozelandese a Roma.

Più posti di lavoro che persone: Kaitangata. No, non è una parolaccia o una strana pratica giapponese di arti marziali. È la cittadina in Nuova Zelanda di cui tutti parlano in queste ultime ore dopo l’assai stravagante appello che ha rivolto a tutto il mondo: in sostanza ci sono troppi posti di lavoro rispetto alle persone che vivono nella piccola città neozelandese. «Abbiamo posti di lavoro abbiamo case, ma non abbiamo persone. Vogliamo rendere questa città vivace, vi aspettiamo a braccia aperte», è l’appello quasi disperato del sindaco Bryan Cadogan che sostiene come siano circa 1000 i posti di lavoro liberi in tutta la piccola città, un’enormità visto che ci sono 800 residenti originali di Kaitangata. Per riempire la città di lavoratori e per convincere la gente da ogni parte del mondo a trasferirsi lì, i cittadini hanno lanciato una campagna molto strana anch’essa: un pacchetto, una casa e una porzione di terra al costo di 230mila dollari neozelandesi, circa 147mila euro racconta Huffington Post. Insomma, chi vuole trasferirsi dovrà pagare questo pacchetto ma potrebbe essere un ottimo investimento visto che non dovrà penare, per una volta, nel cercare lavoro. Chiaro che la vera domanda ora è… ma che lavori si possono trovare a Kaitangata? Operai - racconta il sito di Fanpage - per le varie industrie primarie del paese, un impianto di congelamento e uno di trasformazione lattiero-casearia. Insomma, avete pronte le valigie? Il viaggio per Kaitangata potrebbe essere di sola andata.

© Riproduzione Riservata.